37
Il futuro di Dominik Szoboszlai continua a tenere banco in casa Salisburgo dove il centrocampista ungherese sta mandando segnali importanti chiedendo con sempre maggior insistenza la possibilità di lasciare il campionato austriaco e fare il salto verso l'elite del calcio europeo. Da tempo è seguito da tante big europee, ma nell'ultimo periodo è arrivata la notizia che Milan e Lazio aspettavano da tempo: l'apertura alla Serie A

VUOLE L'ITALIA - Sì perché se in tanti club hanno contattato il suo entourage proponendogli progetti più o meno interessanti, negli ultimi giorni è arrivata l'apertura da parte del centrocampista che spinge per trasferirsi in Italia e nel campionato di Serie A come prossima, importante, tappa della propria giovanissima carriera.
MILAN E LAZIO - Considerato "il nuovo Milinkovic-Savic" per caratteristiche è ritenuto perfetto dal ds della Lazio Igli Tare che da tempo sta provando ad acquistarlo per affiancarlo proprio al centrocampista serbo. Il nuovo Milan sta però provando a sovrapporsi e sorpassare i biancocelesti sia perché troverebbe in panchina Ralf Rangnick che lo conosce bene essendo il Salisburgo nella galassia Red Bull, sia perchè, a livello di progetto tecnico, garantirebbe al ragazzo una titolarità che in casa Lazio non avrebbe con la permanenza di Milinkovic a Roma.

LA RICHIESTA DEL SALISBURGO - Il Salisburgo non si opporrà alla sua cessione, ma non lo farà svendendo il suo cartellino. Del resto soltanto un anno fa Szoboszlai rinnovava il suo accordo fino al 31 maggio 2022 dando ampio margine di manovra in termini di trattative. Per meno di 20 milioni di euro non sarà ceduto e, al contrario, la possibilità di fare asta è più che concreta. Basterà la voglia di Serie A ad avvantaggiare Milan e Lazio? Parola al mercato.