Commenta per primo

La Ternana porta a tre le lunghezze di vantaggio sul Taranto imponendosi 2-0 sulla Tritium al 'Liberati'. Al 6' azione solitaria di Nolè, che dalla destra colpisce l'esterno della rete. Ancora Nolè protagonista al 21': sugli sviluppi di un corner il numero dieci calcia di esterno e impegna Pansera. Dieci minuti dopo i padroni di casa passano: punizione del solito Nolè che pesca Pisacane, tiro al volo del difensore e respinta di Pansera; la sfera arriva a Gotti che calcia trovando però la la traversa, sulla ribattuta si avventa Litteri che serve Carcuro, colpo di testa e vantaggio rossoverde. Prova a replicare la Tritium con Di Ceglie, ma il suo sinistro dai 25 metri è debole e a lato. Al 36' Gotti crossa per Sinigaglia, colpo di testa destinato all'incrocio su cui è superlativo l'intervento di Pansera. Solo due le emozioni di una seconda frazione, a onor del vero, piuttosto brutta: al 71' Fazio vince due rimpalli e serve Carcuro (in sospetto offside), che trova l'angolino basso sul secondo palo ponendo ufficialmente fine alla gara; a sette minuti dal termine Docente spreca la più facile delle occasioni calciando in bocca al portiere un pallone servitogli splendidamente da Nolè.

TERNANA
 
L'allenatore della Ternana, Domenico Toscano: 'Non abbiamo rischiato niente, tutti hanno fatto il proprio dovere al meglio, è stata una prova di maturità. Non dovevamo cancellare la partita di andata, dovevamo continuare la bella prestazione di Viareggio e ci siamo riusciti. Oggi devo dire che siamo una squadra più matura, prima eravamo più frenetici mentre adesso siamo migliorati sulla gestione e sulla consapevolezza dei nostri mezzi. Credo che sia difficile migliorare questa squadra, semmai c'è il bisogno di puntellarla ma non so se interverremo ancora sul mercato'.
 
TRITIUM
 
L'allenatore della Tritium, Simone Boldini: 'Chi vince ha sempre ragione, ma il 2-0 mi sembra esagerato, infatti abbiamo subito gol su due palle inattive e poi non è che la Ternana sia stata trascendentale. Dovevamo avere più velocità più intensità per sperare di fare gol. Comunque perdere qui ci sta, ora dobbiamo ricominciare a camminare visto che ci siamo un po' fermati. L'obiettivo nostro rimane quello di mantenere la categoria, dobbiamo tenere lontano la quintultima'.