130
Il Portogallo che brilla è oscurato dalla sua stella. Dopo il 6-1 contro la Svizzera, agli ottavi dei Mondiali, la squadra di Santos è turbata dal comportamento di Cristiano Ronaldo. Come riportato da Record, il giocatore avrebbe minacciato di lasciare il ritiro durante una discussione con il ct. 

SMENTITA - Come spiegato sempre dal quotidiano portoghese, la federazione avrebbe smentito la notizia. Ma resta una situazione che si fa sempre più complicata per i lusitani, che dopo la scintillante prestazione messa in campo contro la Svizzera iniziano a pensare di poter andare fino in fondo nella grande rassegna. I problemi con Ronaldo sono iniziati nella sfida della fase a gironi contro la Corea del Sud, quando il tecnico Fernando Santos aveva deciso di sostituire il capitano a poco più di venti minuti dalla fine. Da lì la risposta stizzita del "7", non sfuggita alle telecamere: "Non vedi l’ora di togliermi". 
CONFRONTO - Una rabbia non celata, che ha portato al commento dello stesso ct in conferenza stampa: "Ho visto le immagini della sostituzione di Cristiano e non mi è piaciuta affatto la sua reazione", la riflessione prima degli ottavi. "Questi problemi sono stati risolti in casa ed è tempo di pensare alla partita di domani, su cui siamo tutti concentrati". In quel momento, era già arrivata la decisione di virare sul rampante Goncalo Ramos, scelta rivelatasi poi vincente su tutti i fronti.

E ORA? - Difficile pensare che, dopo una tripletta così, l’attaccante del Benfica possa tornare a sedersi in panchina. Così come resta improbabile ipotizzare una reazione calma di Cristiano Ronaldo qualora dovesse essere dirottato di nuovo fuori dall'undici titolare. Al momento, CR7 ha riconsiderato la sua posizione vista l’importanza dell'obiettivo. Ma è una tregua armata, anche perché  Ronaldo ieri non si è allenato con il resto della squadra. Intanto, sabato alle 16 c’è il Marocco per puntare a un posto in semifinale.