11
Il tecnico del Torino Walter Mazzarri ha parlato ai microfoni di Sky dopo la vittoria ottenuta in casa contro il Bologna:  “Complimenti a Mihajlovic e ai suoi collaboratori, il Bologna è una buona squadra. Abbiamo avuto un pizzico di fortuna, ma la fortuna ce la siamo meritata. Abbiamo svolto una partita attenta, sapevate la nostra condizione… E’ stata una vittoria di gruppo. La squadra sta facendo bene con un campionato più complicato rispetto all’anno scorso, le squadre sono migliorate e se lo giocano tutte a mille. Oggi abbiamo combattuto con il Bologna, l’anno scorso nel girone d’andata aveva molto difficoltà. Si è giocato giovedì in Coppa, non avevo più ricambi a centrocampo e anche Zaza si è fatto male. In queste condizioni abbiamo fatto tre vittorie, questo è un dato importante. Non voglio parlare del comportamento dei tifosi, faccio l’allenatore. I ragazzi sanno l’impegno e l’abnegazione, il resto lo lascio ai commentatori. “.

Marocchi però lo incalza e Mazzarri continua: “Non mettere zizzania, non rispondo su questo. Parliamo di calcio. Non c'entra nulla il calcio con la contestazione. Si è visto, si viene da tra vittorie: parliamo di calcio! Anche sulla condizione del camp non devo entrare, io sono l’allenatore. E’ oggettivo che la palla rimbalza male, ma non fatemi entrare in altri discorsi. Abbiamo fatto 27 punti, che valgono di più dell’anno scorso. La contestazione non c'entra niente con il calcio, ci sono altri meccanismi sotto, che non c'entrano niente. Il mio futuro? Non ci penso, penso al Sassuolo e a fare il massimo con questa squadra. I giocatori? Li ringrazio anche oggi hanno dimostrato di essere gruppo. Io sono contento di quello che sto facendo”.
“Verdi? Quando lo cambio c’è un motivo, ha perso energie e l’ho cambiato. Ma se comincia a perdere palla, come ha fatto all’inizio del secondo tempo, lo sostituisco. E’un giocatore come gli altri e bisogna avere rispetto quando si viene sostituiti, anche per gli altri: se la società guarderà l’atteggiamento che ha avuto lo multerà. Avevamo una settimana terribile. Eravamo stremati e si è portato a termine una partita difficilissima. Non ero contento della prestazione di Verdi, gli avversari ripartivano dalle palle che perdeva lui. Se lui ha sbagliato nei comportamenti prenderà una multa come è giusto che sia, anche per rispetto del compagno che è entrato. Quando è entrato Laxalt, la squadra non ha più sofferto. Aspettiamo però prima di fare complimenti, bisogna verificare molte cose, c’è il Sassuolo sabato e vedremo come andrà”.

Come mai il campo è messo in queste condizioni?
"Questi sono argomenti in cui non devo entrare io. Se la palla rimbalza male mi sembra logico dirlo, però poi basta".