Commenta per primo
Torna il campionato e il Torino domani pomeriggio, nella prima giornata del girone di ritorno, sarà impegnato sul campo della Roma. Il tecnico Walter Mazzarri ha presentato così la partita: “La Roma è una squadra forte, lo sappiamo, su di loro c’è poco da dire. Noi però dobbiamo pensare a noi stessi, se stiamo ben messi in campo ce la possiamo giocare, dobbiamo essere più concreti quando sviluppiamo gioco. Abbiamo lavorato anche su questo. Nelle ultime partite abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo, domani mi aspetto una prestazione importante. Ci mancheranno Izzo, Moretti, Meité e Baselli. Lukic invece lo abbiamo convocato ma ha fatto il primo allenamento stamattina, lo valuteremo domani. Se il sistema di gioco sarà lo stesso? Non è detto".

Per la partita di domani contro la Roma, Mazzarri ha convocato anche tre Primavera: il difensore Ferigra, il centrocampista Adopo e l’attaccante Millico, capocannoniere del campionato Primavera. L’allenatore granata li ha così presentati: ”Adopo è un giocatore che potrebbe diventare importante anche nel futuro, ha una struttura fisica importante, gli manca ancora un po' di malizia ma se ci fosse bisogno potremmo impiegarlo. Anche Millico ha delle qualità importanti, quando uno fa tutti questi gol vuol dire che delle qualità importanti le ha, deve un po' migliorare nel gioco senza palla. Ferigra si è allenato con noi anche l'anno scorso, l'ho fatto giocare anche lo scorso anno. Come tutti i ragazzi che fanno bene con la Primavera devono acquisire forza toccando la prima squadra e crescendo".

"A volte il calcio ti porta ad avere delle delusioni come l'eliminazione della Coppa Italia, bisogna subito reagire. In settimana ha parlato anche Rincon che è uno dei giocatori che incarna di più lo spirito della squadra e ha detto che siamo tutti arrabbiati: spero che quella che ha dentro, che ho dentro anche io si possa trasformare domani in qualcosa importante".

"Affrontare subito squadre forti all'inizio non è un vantaggio ma non bisogna fare calcoli. A livello di interpretazioni delle gare bisogna farle al 90% come nell'andata, bisogna migliore il 10% che ci hanno portato a commettere certe ingenuità".

Mazzarri ha poi parlato di Simone Zaza e di Iago Falque: "Zaza l'abbiamo recuperato, mi sembra che stia bene, è a disposizione. Se mi aspetto qualcosa di particolare da lui in questo ritorno? No, mi aspetto che come tutti dia il massimo quando lo chiamerò in causa. Falque? Anche contro la Fiorentina stava facendo bene il suo mestiere, nel primo tempo ha sofferto un po' ma comunque lui ha fatto bene secondo me. Sta bene e spero che domani lo faccia vedere".