54
Dopo Aleksey Miranchuk, il Torino ufficializza un altro colpo. Nikola Vlasic è un nuovo giocatore del club granata. Il trequartista croato si trasferisce dal West Ham in prestito con diritto di riscatto. 

Il COMUNICATO - Il Torino Football Club è lieto di comunicare di aver acquisito dal West Ham United Football Club, a titolo temporaneo con opzione per il trasferimento definitivo, il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Nikola Vlasic.
 
Vlasic è nato a Spalato, in Croazia, il 4 ottobre 1997. Centrocampista offensivo, calcisticamente è cresciuto nelle giovanili dell’Hajduk Spalato, club con cui nella stagione 2014/15 ha debuttato tra i professionisti e anche esordito in Europa League diventando nell'occasione del suo primo gol - all'età di 16 anni, 9 mesi e 2 giorni - il più giovane marcatore di sempre degli spalatini nelle competizioni europee. Nel 2014 è stato inserito dal “The Guardian” tra i migliori 40 giocatori del mondo tra i nati nel 1997, mentre nel 2019 è stato indicato dalla Uefa come uno dei 50 giovani più promettenti per la stagione 2019-2020. Nel 2016 un altro primato personale diventando, a 18 anni, il più giovane capitano della storia dell'Hajduk Spalato. Dopo 120 presenze con la squadra della sua città, nella stagione 2017-18 il trasferimento in Inghilterra, all’Everton. Un anno dopo il passaggio al CSKA Mosca: con i russi 108 presenze - fra cui anche 6 in Champions League - e 33 reti. L’estate scorsa una nuova esperienza in Premier League, con il West Ham (19 presenze, 1 gol). Sempre convocato nelle selezioni giovanili della Croazia (complessivamente 40 gare con 10 gol), per lui anche 39 presenze e 7 reti con la maglia della Nazionale. Vlasic appartiene a una famiglia di sportivi: suo papà Josko è stato un apprezzato decatleta, mentre sua sorella Blanka si è laureata due volte campionessa mondiale di salto in alto nel 2007 e nel 2009. 
 
Tutto il Torino Football Club accoglie Nikola Vlasic con un caloroso benvenuto: buon lavoro, Sempre Forza Toro!
PAROLE - Vlasic ha parlato ai canali ufficiali del club di Cairo: "Sono felice di essere qui, non vedo l'ora di conoscere la squadra, di allenarmi con i compagni. Lavorerò duramente, mi piace allenarmi molto e in campo do sempre il 100%. So che il Toro è un club in cui bisogna dare tutto e io faccio esattamente questo. Volevo giocare in un campionato come la Serie A e nel Toro che ha un ottimo allenatore. Questa è la scelta giusta per me. Ho già incontrato Juric, è un grandissimo allenatore e in Croazia lo rispettano tutti. Poi siamo entrambi di Spalato, per cui c'è una bella connessione tra noi". Il neo numero 16 del Toro vuole conquistarsi con questa maglia anche la chiamata della Croazia in vista del Mondiale. "Abbiamo un'ottima squadra, ne faccio parte da quattro anni e spero di essere convocato per il Mondiale, ma questo passa dal mio rendimento con il Torino".