Commenta per primo
Dopo il successo del Torino contro il Copenaghen in Europa League parla Giampiero Ventura, allenatore granata: "Abbiamo sicuramente meritato la vittoria - spiega a Sportmediaset -. Vincere in questo modo è stata una grande gioia, ho esultato così per scaricare la tensione accumulata. Abbiamo creato tantissimo, mettendo sotto una squadra che lo scorso anno era in Champions League. Stiamo migliorando, studiamo per diventare una grande squadra. Il Torino non è dipendente da Quagliarella, fra tre giorni giochiamo a Napoli, una gara nella quale Fabio vorrà fare sicuramente bene. Se giochiamo in questo modo, forse non arriveranno sempre le vittorie, ma sicuramente possiamo mettere in difficoltà ogni squadra. Il rigore? Dopo due errore dovevamo segnare per forza, altrimenti sarei morto direttamente sul campo e mi avrebbero intolato lo stadio. La Champions League? È l'ultimo obiettivo del Torino, servirà una grande crescita della squadra. Servirà sicuramente tanto tempo, mi piacerebbe andare ad ascoltare l'inno della Champions a Torino".