Commenta per primo
I timori di domenica sono stati confermati: il Torino dovrà rinunciare a Matteo Sereni per un periodo che va dalle tre alle quattro settimane a causa di una lesione di primo grado al retto femorale sinistro. Una brutta tegola per le ambizioni del Toro e del tecnico Stefano Colantuono. Notizie migliori arrivano da Barusso: per lui solo un affaticamento al bicipite femorale, rientrerà nel giro di una settimana. Out Sereni, il rush finale vedrà tra i pali Morello, che finora ha sempre risposto "presente" nelle quattro occasioni in cui è stato chiamato in causa. Ingaggiato a costo zero dal ds Gianlòuca Petrachi per sostituire il partente Calderoni, è diventato ben presto un idolo della Maratona, che lo eletto "santo subito" per aver parato un rigore nella sua partita d'esordio, vinta dal Toro 1-0 sul campo dell'Albinoleffe. Morello è parso molto concentrato anche sabato scorso, quando nella ripresa ha blindato la porta con due parate di piede: "E' sempre un piacere entrare a partita in corsa e fare subito bene - aveva dichiarato Morello sabato - E' importante che ognuno di noi si faccia trovare sempre pronto quando viene chiamato in causa".