Tanto equilibrio per 45 minuti a Wembley, ma è del Tottenham l'atto primo dell'ottavo di finale di Champions League contro il Borussia Dortmund. La formazione di Pochettino, priva tra gli altri di Alli e Kane, si affida all'uomo del momento, Son Heung-Min per imporsi per 3-0 sulla capolista di Bundesliga e indirizzare l'eliminatoria in vista del match di ritorno del prossimo 5 marzo. Il sudcoreano, a segno per l'undicesima volta nelle ultime 12 partite, sblocca il punteggio a inizio secondo tempo con una volée su assist di Verthonghen: è il nono gol realizzato in carriera al Dortmund, tra Amburgo Leverkusen e Spurs.

Dopo un primo tempo di controllo, nella quale i tedeschi sfiorano il vantaggio con Pulisic e Zagadou, il Tottenham si scatena nella ripresa e piazza i colpi da ko nei minuti conclusivi, prima con la spaccata di Vertonghen su traversone di Aurier, poi con l'ex juventino Llorente sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La formazione londinese cala il tris e vede i quarti di finale di Champions (vincendo per la prima volta in casa un match a eliminazione diretta), per il Borussia al ritorno ci vorrà una vera impresa.