Calciomercato.com

Tripletta al Brasile come Messi, Echeverri accende il mercato: quante big in fila

Tripletta al Brasile come Messi, Echeverri accende il mercato: quante big in fila

  • Fausto Vassoney
  • 14
Argentina-Brasile non è solo una partita. E' qualcosa che va oltre: uno scontro epico che in ogni sua espressione non fa che rafforzare la rivalità tra le due maggiori forze del calcio sudamericano. Inutile elencare gli innumerevoli talenti sfornati negli anni da queste due compagini, non basterebbe il tempo. Ciò su cui occorre invece concentrarsi è la storia recente, anzi recentissima di questo duello, che vede pendere la bilancia tutta verso un lato. I successi ripetuti a livello internazionale dell'Argentina - ultima vincitrice dei Mondiali, patria dell'ultimo Pallone d'Oro e ultima vincitrice della Copa America (tra l'altro proprio in finale contro il Brasile al Maracana) - non fanno che accrescere l'attenzione di tutto il mondo sul calcio argentino. Ed ecco, tra i "baby" del futbol sudamericano, emergere una nuova promessa, che qualcuno - neanche troppo a bassa voce - accosta già ai grandi nomi della storia albiceleste. Claudio Echeverri, argentino classe 2006 del River Plate, per tutti "El Diablito".

TRIPLETTA AL BRASILE - Echeverri, per rimanere in tema Brasile, una bella dimostrazione ai rivali sudamericani l'ha già data. Durante i Mondiali Under 17 - in campo in questi giorni negli stadi dell'Indonesia - il Diablito si è reso protagonista di una fantastica tripletta proprio in un Brasile-Argentina (finito 0-3), valido per i quarti di finale del torneo di categoria. Tre sigilli da vero leader - tutti piuttosto gradevoli a vedersi - che vanno ad aggiungersi ai 2 già messi a segno nelle fasi precedenti del torneo e che portano Echeverri a raggiungere in cima alla classifica marcatori il compagno di nazionale e di club Agustin Ruberto. Non capita a tutti di segnare tre gol al Brasile. Da italiani, torna subito in mente la tripletta di Paolo Rossi, che negli storici Mondiali dell'82 si tolse anche lo sfizio di farne 3 ai verdeoro. Il paragone su cui però è più opportuno indugiare è sicuramente quello con la tripletta di Lionel Messi al Brasile, risalente al 9 giugno 2012, in un match amichevole dove la Pulce timbrò tre volte il tabellino, mettendo per iscritto il 4-3 finale dell'Argentina. Curioso, che uno dei gol di Echeverri ricordi per filo e per segno proprio uno di quelli di Messi nel 2012.
  'EL NUEVO MESSI' - Il paragone con Messi, seppur prematuro, non è campato per aria. Il classe 2006 è infatti, a soli 17 anni (ne compirà 18 il prossimo 2 gennaio), uno dei giocatori più interessanti del panorama giovanile internazionale. In Argentina si sussurra da tempo questo accostamento, che sembra trovare diverse riconferme anche sul campo. Non sfuggono all'occhio infatti le movenze di Echeverri e quella facilità nel dribbling, che poche volte si è vista in un ragazzo così giovane e che fanno pensare proprio a quando Lionel, già ai suoi albori, dribblava senza paura ogni suo avversario. Trequartista dal piede fino, capace di ottimi inserimenti per ricevere palla tra le linee e soprattutto dotato di una visione di gioco totale, il gioiello del River si è già preso la maglia numero 10 dell'Argentina Under-17, la fascia da capitano e, ad oggi, il titolo di capocannoniere dei Mondiali indonesiani. 
MERCATO - Il suo contratto con il River Plate vede la scadenza attualmente fissa al 31 dicembre 2024, dunque è legato ai Millonarios per un'altra stagione. Difficile pensare che a gennaio possa sfuggire allo sguardo delle big europee, che da tempo studiano il suo profilo e preparano l'affondo, anche in ragione di una clausola da 25 milioni che permetterebbe l'acquisto del suo cartellino. Tra le squadre in prima fila c'è sicuramente il Real Madrid, che già prima dell'estate lo aveva messo nel mirino progettando un altro colpo "alla Endrick", provando a prenderlo per poi lasciarlo in prestito fino alla maggiore età. Tuttavia, a trattenere il giocatore in Argentina è stato finora il suo attaccamento alla maglia, l'amore per il River che oltre ad essere la squadra che lo ha cresciuto da quando a 11 anni è arrivato dal Deportivo Lujan è anche la squadra del suo cuore. Le lusinghe europee però non mancano ed infatti nei mesi scorsi hanno fatto parlare gli accostamenti ad alcune big del calcio italiano, con Juve e Milan in prima fila. In particolare sono i bianconeri a tenere d'occhio il giocatore, che Cristiano Giuntoli porterebbe molto volentieri a Torino. Ma non solo: anche il Paris Saint-Germain è entrato in corsa per aggiudicarsi il talentino del River. Insomma, nella prossima finestra di mercato quello di Claudio Echeverri sarà sicuramente un nome chiacchierato e - vista anche la scadenza ravvicinata del suo contratto -  saranno in molti a tentare il colpaccio. D'altronde, 3 gol al Brasile non li fa chiunque...

Altre notizie