213
Caro Leo Turrini, ma cosa ha combinato Leclerc in Francia?!?
“Hai presente la papera del portiere interista Radu a Bologna?”.

Perfettamente.
“Ecco, Carletto al Castellet ha fatto una cappella del genere. Errore suo, clamoroso. E subito ammesso pubblicamente, con una onestà che gli fa onore”.

È una brutta botta per i ferraristi.
“Bruttissima. Leclerc era davanti e non sono sicuro che Verstappen ne avesse abbastanza per superarlo. Ma voglio aggiungere una cosa”.

Anche due.
“Sbagliano anche i migliori! Carletto certo non è il Radu dei piloti. Anche Senna e Schumi in carriera hanno fatto le loro puttanate, fidati”.

Magra consolazione.
“Insomma, dobbiamo essere realisti. Alla Ferrari, intesa come gruppo, compresi gli…autisti, manca ancora qualcosa. Anche il pit stop di Sainz, che ha corso benissimo, non è stato perfetto. Senza quella sbavatura, lo spagnolo stava sul podio. Pur essendo partito dal fondo”.

Tradotto?
“La Rossa è una gran macchina. Il resto verrà”.
Il mondiale è finito?
“No, il campionato è ancora lungo ma non vedo come Verstappen possa perderlo, a questo punto”.

E il campionato di calcio?
“Juve favorita come la Red Bull”.

Sul serio?
“Guarda, Arrivabene d’intesa con Allegri in meno di un anno ha smantellato la Juve che doveva vincere la Champions: CR7, Dybala, DeLigt…”.

Pensi che la nuova Signora funzionerà?
“Penso sia in pole per lo scudetto. In Europa, non so”.

E la tua Inter?
“Se Marotta non vende Skriniar, ce la giochiamo. Anche perché Radu è andato alla Cremonese…”.

di Daniela Bertoni