22
Intuito e programmazione, ovvero le due caratteristiche basilari con le quali la famiglia Pozzo ha costruito le fortune dell’Udinese.  Molina è solo il più recente esempio di talento lanciato nel calcio che conta, ma anche il più esemplificativo. In Argentina in pochi sembravano credere davvero nelle qualità di questo terzino destro classe 1998 tanto che è arrivato in Italia nel settembre del 2020 a parametro zero dal Boca Juniors. In Friuli Nahuel ha trovato l’ambiente ideale per lavorare al meglio e completarsi. Un autentico treno lunga la corsia di destra: la prima fermata è stata la coppa America vinta con l’Argentina, la seconda sarà il passaggio in un top club.

Ascolta "Udinese: è un Molina da record, nessuno come lui in Europa. La strategia della Juve e una big di Premier" su Spreaker.
NESSUNO COME LUI IN EUROPA - Un’annata da sogno quella di Molina: contro lo Spezia è arrivato il gol numero 7 in campionato, nessun difensore ha fatto meglio nei primi cinque campionati europei. Gamba, talento e buona capacità anche in fase difensiva fanno di Molina un esterno di primissimo livello. La Juventus ha bussato alla porta dell’Udinese ma la prima richiesta da 30 milioni di euro è stata ritenuta troppo alta. La sensazione è che sia solo un arrivederci alle prossime settimane e non un vero e proprio addio. Ma negli ultimi giorni all’Udinese è arrivata la manifestazione di interesse di una big di Premier League: parliamo dell’Arsenal di Mikel Arteta che è pronto ad inserire nella trattativa il cartellino del difensore spagnolo Marì, anche lui a segno contro lo Spezia. Dalla lista delle pretendenti non va dimenticato l’Atletico Madrid del Cholo Simeone che si è mosso per primo con i Pozzo nel mese di aprile e nelle prossime settimane deciderà se affondare il colpo sull’ex Boca Juniors.