1
La Corte di Giustizia Federale, presieduta da Sergio Artico, ha respinto il ricorso della Nocerina contro l'esclusione dal campionato di Lega Pro per illecito sportivo nel cosiddetto derby "farsa" in casa della Salernitana interrotto il 10 novembre scorso al 21' del primo tempo per raggiunto numero minimo dei giocatori della Nocerina. 

Il 29 gennaio scorso la Commissione Disciplinare Nazionale aveva stabilito l’esclusione della Nocerina dal campionato di competenza per illecito sportivo, con assegnazione da parte del Consiglio Federale ad uno dei campionati di categoria inferiore, e un’ammenda di 10mila euro. 

Respinti inoltre anche i ricorsi dei tesserati del club campano sanzionati in primo grado. La Commissione aveva inibito per 3 anni e 6 mesi il presidente della società campana Luigi Benevento, il direttore generale Luigi Pavarese e il medico sociale Giovanni Rosati. Erano stati inoltre squalificati per 3 anni e 6 mesi i tecnici Gaetano Fontana e Salvatore Fusco e per un anno per i calciatori Domenico Danti, Edmunde Etse Hottor, Iuzvisen Petar Kostadinovic, Franco Lepore e Lorenzo Remedi. 

Il dibattimento, svoltosi nel pomeriggio all’NH Hotel di Roma, si era chiuso intorno alle 18.20. Dopo gli interventi degli avvocati di dirigenti, tecnici, calciatori e della società campana e la replica del Procuratore Federale Stefano Palazzi, il presidente della Corte Gerardo Mastrandrea ha concesso la controreplica alle difese per poi dichiarare concluso il dibattimento.