219
Ho visto molte belle squadre lungo la Champiomns, nessuna ottima. C’è molta qualità individuale, ma anche molta tattica. Questo ha un po’ abbassato il livello generale. Il Liverpool non ha più per esempio profondità di gioco, pressa molto ma oggi lo fanno tutti, e quasi dovunque si è imparato a palleggiare. Il Liverpool vero, era una squadra che aggrediva e andava a cento all’ora. Ora pressa. Anche per questo alla fine una squadra italiana con individualità importanti è riuscita a vincere. La vittoria del Real è un segnale per tutti.



La bravura dei giocatori va usata con semplicità. Vado oltre. Non so quanto Milan, Inter e Napoli siano cresciute, bisognerà aspettare la prossima stagione, ma c’è qualcosa di meno in giro per l’Europa. Non ho visto una squadra davvero superiore alle altre. Il Real ha grandi possibilità di migliorarsi, ma è ancora con il cuore della squadra in mano a Modric e Kroos. L’idea è che, non sbagliando mercato, e se nel frattempo non cambiano gli altri, stavolta ci possa davvero avvicinare. E’ già un grosso vantaggio che nessuna delle nostre squadre abbia cambiato allenatore. Un anno fa erano tutti vecchi esordienti, oggi sanno molte cose in più.