72
Sono rimasto colpito dalla reazione di Diletta Leotta ai gossip: non sto a giudicare la legittimità del pettegolezzo, se esiste da sempre avrà una sua ragione. Questa non dà diritto a nessuno di sorvegliare e inseguire chi non desidera essere sorvegliato o inseguito, tantomeno immaginato. E non si può valutare qualunque azione in chiave sessuale o sessista, chiunque vedi è un candidato pubblico al tuo letto: questo è incivile, soprattutto illegale. E fa diventare tutti noi complici di una cosa incivile e soprattutto illegale. Ho conosciuto Diletta Leotta qualche anno fa quando lavoravamo insieme a Sky, sono perfino andato a cena con lei in gruppo capitandole accanto e ascoltandola volentieri. Mi diverte la bellezza delle donne ma non mi interessa più: ormai purtroppo mi nutro di idee. E Diletta ne ha, ha un'intelligenza fredda e profonda che un giorno saprà maneggiare completamente e la porterà a un ruolo preciso, ambizioso, che forse adesso nemmeno conosce. E' lei che sta stretta nel suo presente, ha più doti di quelle che mostra a bordocampo. Quindi ha già un problema: cosa fare domani. Il suo primo pensiero non mi sembrano gli uomini, è la sua storia, è come usarsi davvero.