51
Il nostro calcio è diventato un mercato di grande attrattiva, il più importante del mondo in questo momento, perché abbina qualità e firma (per esempio siamo campioni d’Europa), ma dentro una bolla di povertà. Quindi ottime cose a buon prezzo. Infatti Paratici cerca di riempire il Tottenham di giocatori italiani, il City e il Chelsea tentano ancora di farlo. Un affare come quello di Locatelli alla Juve è puramente italiano, ottimo giocatore a prezzo accettabile. Quando fra tre anni la Juve pagherà davvero Locatelli, il valore del giocatore sarà doppio. La nostra tradizione, la nostra cultura calcistica rivitalizzata dalla diversità di Mancini, hanno creato un made in Italy del pallone di cui i primi ad accorgersi sono stati gli americani.

Ascolta "Un cappuccino con Sconcerti: qualità e povertà, il nostro calcio è il mercato migliore del mondo" su Spreaker.

Sono venuti in massa ad acquistare società seguendo un filo rosso di tipo artistico, cioè il marchio di grandi città d’arte ed affari come Venezia, Firenze, Roma, Milano, Parma, Bologna. Quando eravamo ricchi nessuno ci voleva. E’ una fortuna di serie B, ma è una buona fortuna. Saremo i migliori produttori di calcio, come lo siamo per la moda, le scarpe e gli altri manufatti. E con i soldi degli altri torneremo probabilmente a vincere.