Commenta per primo
Qui non ci sono Ronaldo, qui non ci sono Messi: il calcio non è solo dei campioni, quello virtuale non è solo dei pro. Un angolo dedicato a chi si avvicina al mondo degli eSports, per chi li vive con passione ma senza prendersi troppo sul serio. "Un po' di FIFA qua?" è la rubrica dedicata a voi e a noi, ai gamer di tutti i giorni: uno spazio per tutte le curiosità e per raccontare avventure e disavventure digitali.

Due giornate al termine della Premier League, con un testa a testa a infuocare il finale di stagione: Manchester City e Liverpool, divisi da un punto, a giocarsi fino all'ultimo secondo la vittoria finale del titolo. Un duello affascinante quello tra Guardiola e Klopp, due filosofie per certi versi simili e al contempo opposte di interpretare il pallone, un duello che ha fatto bene soprattutto ai giocatori in campo che si sono presi il trono del massimo campionato britannico.

Raheem Sterling e Virgil van Dijk, la rapidità e la classe contro il la potenza atletica e la lettura tattica: i due simboli forse inaspettati di questo lungo confronto. Il meglio che la Premier abbia offerto quest'anno, ora sancito anche dall'investitura ufficiale: l'attaccante del City è stato votato dai giornalisti inglesi come miglior giocatore del campionato, merito dei 17 gol e 12 assist in 32 presenze; calciatori e allenatori hanno invece eletto il centrale olandese dei Reds come migliore assoluto, terzo difensore nella storia a vincere questo prestigioso trofeo dopo Vidic e Kompany. Il goleador e lo stopper, i poli opposti hanno alzato l'asticella della sfida per il titolo (City e Liverpool chiuderanno entrambi sfiorando i 100 punti in classifica) e a loro volta sono stati spinti ad elevare il loro livello individuale, anche in campo europeo: Sterling da solo ha provato a ribaltare il Tottenham, van Dijk è ora atteso dalla mission impossible nelle semifinali, fermare Leo Messi.

Comunque vada, un successo la stagione dei due, coronata non solo sul campo reale ma anche nel digitale perché ai premi di migliori giocatori dell'anno in Premier sono corrisposte due nuove, impressionanti carte su FUT: 96 di overall per entrambi, valori che proiettano i due sul tetto di Fifa 19. Partendo da Sterling, le sole statistiche individuali tra velocità, tiro e dribbling danno un'idea della sua qualità, ma è il paragone con i colleghi di reparto a fornire la reale dimensione della grandezza di questa carta: basta un rapido check per rendersi conto che in tutto il gioco solo cinque attaccanti hanno una valutazione generale superiore, Cristiano Ronaldo, Messi, Mbappé, Neymar e Ronaldo il Fenomeno. Addirittura meglio fa van Dijk, la cui nuova carta migliore addirittura la versione Team of the year (TOTY): agganciato Varane, superato anche per qualità nella conclusione e nel passaggio, per trovare un difensore migliore bisogna guardare alla versione TOTY di Sergio Ramos, staccando anche la leggenda Maldini. Due carte regali, la sfida tra Liverpool e City ha fatto la fortuna anche dei gamer. Non resta che augurare l'in bocca al lupo a Sterling e van Dijk: che vinca il migliore!

@Albri_Fede90