12
Il ct dell'Italia, Paolo Nicolato, ha parlato in conferenza stampa per commentare il pareggio per 1-1 in extremis contro la Svezia. Ecco le sue parole raccolte dal nostro inviato Emanuele Tramacere

RISULTATO - "Pesa quanto un pareggio, ma abbiamo incontrato una squadra forte. Il mio obiettivo non è il risultato, ma vedere questa squadra con questo spirito.. Noi se giochiamo così abbiamo una squadra che dà soddisfazione vederla giocare. Però in trasferta è diverso e non sempre i risultati arrivano".

GESTIONE - "Con il senno di poi è facile. Mi sembrava che nella parte centrale della gara siamo stati un po' più passivi. Nel primo tempo abbiamo spinto tanto e dovevano recuperare un po'. Prendere gol su una palla lunga così non fa bene, ma è successo senza che avessimo il sentore che la Svezia fosse mai pericolosa. Questi sono ragazzi che vanno valorizzati. Speiamo di mettere in mostra giocatori interessanti".
ROVELLA - "Non sono qui per dare delle pagelle. A me sembra che Rovella abbia fatto una grande partita. Però è un giocatore che fa 12-13 chilometri a partita e non sempre può essere lucido al 100%. Ha grande qualità e mi piace molto".

LUCCA - "Lucca è un giocatore che si sta iniziando ad esprimersi adesso. Dobbiamo avere tutti la giusta responsabilità. Forse è un po' troppo attenzionato oggi, ma non dobbiamo caricarli di troppa responsabilità".

TONALI - "Noi non co-gestiamo Tonali. Non c'è una cooperativa. La gestione è di Mancini e noi ci adeguiamo alle sue disposizioni. Il nostro compito è quello di provare a mettere a disposizione di Mancini quante più scelte possibili. Se Tonali venisse convocato per la Svizzera sarei felicissimo. Andremo in sofferenza con l'Under 21? Sì, ma il progetto è quello. Non c'è dubbio che la sua presenza alza la qualità della nostra squadra. Non possiamo pretendere di non avere i giocatori migliori e avere la squadra di prima. Dobbiamo cercare soluzioni e giocatori che ci diano una mano".