199
Rinnovarsi, per necessità. Tra gli obiettivi estivi dell'Inter c'è un centrocampista di inserimento, una mezzala di qualità che possa dare supporto ai due attaccanti. I problemi al cuore di Eriksen, al quale ieri è stato ​installato un defibrillatore cardiaco, rendono un nuovo arrivo prioritario, anche per un discorso numerico, per questo motivo Marotta è al lavoro per regalare un nuovo profilo a Simone Inzaghi. Tra i giocatori sulla lista nerazzurra c'è Donny van de Beek, olandese classe 1997, che arriva da una stagione deludente con il Manchester United e valuta la possibilità di cambiare aria.

LO SCENARIO - L'ex enfant prodige, che ha saltato Euro 2020 per infortunio, ha racimolato ​36 presenze, soltanto 15 da titolare e solo 4 di queste in Premier League, con un solo gol realizzato. Troppo poco per pensare di essere una risorsa a Old Trafford. Solskajer non lo vede ed è disposto a lasciarlo partire, ovviamente alle giuste condizioni. Tradotto, vuole monetizzare, vuole incassare almeno 30 milioni di euro. A queste cifre l'Inter non c'è, a condizioni diverse sì. Se lo United aprisse al prestito, come fatto l'anno scorso con il Milan per Diogo Dalot, van de Beek potrebbe diventare un'opzione molto credibile. Di certo l'olandese, paragonato in patria MaraDonny, è sul mercato. Puntare su di lui potrebbe essere un affare.