Commenta per primo

 

 
 
L'olandese Robin Van Persie si sottoporrà oggi alle visite mediche propedeutiche per firmare il suo nuovo contratto con il Manchester United. L'arrivo dell'attaccante alla corte di Sir Alex Ferguson era stato ufficializzato ieri dall'Arsenal sul proprio sito ufficiale.
 
Intanto, esplode la rabbia dei tifosi dei Gunners: le sue maglie bruciate in piazza, gli ex compagni che lo definiscono un asino. Non è stata una serata tranquilla, quella di Robin Van Persie, l'asso olandese passato per 30 milioni di euro alla corte di Ferguson dopo una vita passata all'Arsenal. I supporters dell'Arsenal lo hanno definito traditore e hanno dato fuoco alla sua maglia. 
 
Neanche il tempo di leggere sul sito del Manchester United la notizia dell'arrivo di RVP che su Twitter si è scatenata la reazione furiosa dei tifosi dell'Arsenal, traditi dalla loro bandiera, colui che aveva giurato di voler lasciare l'Inghilterra per non vestire una maglia diversa da quella dei Gunners.
 
Il 'cinguettio' più pesante è arrivato da un ex compagno di Van Persie, Emmanuel Eboué. Il difensore ivoriano, ora al Galatasaray, ha postato il seguente messaggio, così riportato dal Corriere dello sport: "Nessun rispetto, nessuna pietà per un asino olandese. Mi spiace ma non posso rispettare un capitano che lascia la sua nave". E non finisce qui: "Wenger lo ha fatto di nuovo: ha venduto un giocatore finito ad un ottimo prezzo. Che grande uomo d'affari. Van Persie non sarà mai più lo stesso".