149
Gentile Procuratore,
Il campionato inizia mentre il calciomercato è ancora pieno di incognite. A farla da padrone saranno le operazioni sui bomber italiani e stranieri. Icardi al Monza per esempio sembrerebbe la trattativa più interessante, mentre Pinamonti lascia l’Inter definitivamente senza neppure il diritto di recompra. Oppure ancora, sempre riguardo ai nerazzurri, il rischio di veder partire Skriniar a fine agosto. Quello che non capisco è come possa partire un campionato con calciatori ancora in bilico tra una squadra e l’altra. Potrebbe capitare che un attaccante segni alla squadra che lo acquisterà il lunedì successivo alla partita di campionato. Di qui la mia domanda: perché non chiudere la sessione di mercato prima dell’inizio del campionato? È ancora: come fanno i calciatori a mantenere alta la loro concentrazione con queste incertezze? Giacomo ‘81

Gentile Giacomo,
la coincidenza tra inizio campionato e operazioni di mercato ancora in corso è un problema che si rinnova ogni anno, ma di difficile soluzione
. Quest’anno risulta ancora più evidente questa dissonanza in quanto l’inizio del campionato così tanto anticipato è dovuto alla pausa dello stesso durante lo svolgimento del mondiale in Qatar. I calciatori sono professionisti abituati a dover mantenere alta la concentrazione anche quando corrono il rischio di cambiare squadra e vita (non dimentichiamo che spesso hanno già costruito una famiglia) da un giorno all’altro. Il bello del calciomercato è proprio la sua imprevedibilità fino alla chiusura della campagna acquisti. E chissà che Icardi non lasci Parigi per Monza proprio allo scadere della finestra di mercato fissata per il primo settembre! 
Ma ora passo la palla agli utenti di calciomercato.com: quale potrebbe essere una bomba di mercato last minute?