517
Nel lunch match della 24esima giornata di Serie A, l'Inter fa visita al Verona. Entrambe le squadre erano reduci da un successo (l'Inter con il Chievo, il Verona con l'Atalanta - prima vittoria in questo campionato per gli scaligeri) e non possono permettersi passi falsi, i nerazzurri per tentare di rosicchiare punti alla coppia di testa Napoli-Juventus, i gialloblù per continuare a coltivare le residue speranze di salvezza. Per quanto riguarda gli squalificati, nessuna assenza per il Verona, mentre l'Inter doveva fare a meno di Miranda. Capitolo precedenti: al Bentegodi, i precedenti fra le due squadre in gare ufficiali erano 35 (33 in Serie A, 2 in Coppa Italia), con un bilancio di 18 vittorie per l'Inter, 9 pareggi e 8 vittorie per il Verona. L'ultimo successo dei padroni di casa è l'1-0 del 9 febbraio 1992, l'ultimo pareggio è il 2-2 del 5 novembre 2000, mentre l'ultima vittoria degli ospiti è il 3-0 della scorsa stagione (reti di Icardi, Palacio e autorete di Moras). All'andata, al Meazza, la squadra di Mancini si impose per 1-0, grazie a una rete di Felipe Melo  Una gara ricca di emozioni quella del Bentegodi, un'altalena del gol che alla fine accontenta, in parte, solo il Verona. Passa in vantaggio l'Inter all'8 con un perentorio colpo di testa di Murillo. Tra il 12' e il 16' doppio gancio del Verona su azioni da calcio d'angolo di   Helander e Pisano. L'Inter subisce il colpo e non regisce, subendo il terzo gol ancora da calcio da fermo con Ionita al 57'. Il cambio Perisic da maggiore incisività all'attacco dell'Inter. Il croato serve prima l'assist per il gol di Icardi al 61' e poi pareggia i conti al 78' dopo che Gomez aveva gettato alle ortiche una clamorosa palla gol per chiudere la gara. Nel finale emozioni da ambo le parti ma il risultato si ferma sul 3-3. Occasione sprecata dall'Inter che poteva superare la Fiorentina al terzo posto in vista dello scontro diretto del Franchi della prossima settimana.