Commenta per primo

Impresa soltanto sfiorata in quel dell'Olimpico. Ma se il Verona non muore mai, come più volte ribadito da Andrea Mandorlini, una grossa fetta di merito va al tecnico. Provvidenziale con i suoi cambi, ieri sera, nel rimontare la Lazio: Berrettoni e D'Alessandro, che hanno guidato la momentanea riscossa, sono andati in gol rispettivamente sei e sette minunti dopo essere entrati.

Soltanto quattro giorni prima, con il Modena, Mandorlini aveva attinto dalla panchina pescando Lepiller, a segno due minuti più tardi. Ed anche in dicembre, contro l'Albinoleffe, Pichlmann aveva segnato il gol-vittoria dieci minuti dopo il suo ingresso. Indizi significativi affinchè il Verona agisca con la dovuta oculatezza nel mercato di gennaio.