E' chiaro che il prolungamento del contratto di Mandorlini sotto intende un progetto importante di Martinelli e della società. Un progetto a medio termine che dovrà per forza sfociare nel raggiungimento della serie A.

Il ruolo del presidente è sempre più centrale: è più che mai coinvolto nelle vicende veronesi, tanto da affrontare in prima persona la gestione della società. In questo senso è ridimensionato il ruolo del consigliere delegato Siciliano e del ds Gibellini (che ha il contratto in scadenza a giugno).

(Leggo - Edizione Verona)