Commenta per primo

L'allenatore del Verona, Giuseppe Giannini, parla cosi di Maradona: "Io ero il Principe del calcio, Maradona è stato il Re, il più grande di tutti. Da avversario era stimato da ogni giocatore, ha fatto divertire tanta gente, sia napoletani che non. Stiamo parlando di un marziano, un extraterrestre. Diego ha scritto la storia del calcio. Quella semifinale contro l'Argentina nel '90 brucia tanto, aver perso ai rigori, soprattutto dopo un gol di Caniggia, che di testa non ha mai segnato. In piu' quella Nazionale era formidabile: c'erano tanti campioni ed eravamo la squadra da battere. Quanto è cambiato il calcio? C'è maggiore intensità ed agonismo, ma c'è molta qualità in meno. Riconosco che gli attuali calciatori, per struttura fisica, sono più preparati rispetto a dieci anni fa"