Calciomercato.com

Xabi Alonso-mania, il Bayer Leverkusen incanta: la verità sulla clausola pro-Liverpool

Xabi Alonso-mania, il Bayer Leverkusen incanta: la verità sulla clausola pro-Liverpool

  • Federico Targetti
  • 10
Non si parla abbastanza di quanto bello sia veder giocare il Bayer Leverkusen allenato da Xabi Alonso. La colpa (o il merito, dipende dai punti di vista) è del Girona, un club piccolissimo che è arrivato a giocarsi lo scontro diretto con il Real Madrid per la vetta della classifica quasi a metà febbraio; tuttavia, la sconfitta di ieri inflitta dai Blancos ai catalani contribuisce a spostare la luce dei riflettori sulla Bayarena di Leverkusen, dove ieri il Bayern Monaco è stato dominato con un 3-0 che è valso ai padroni di casa l'allungo in classifica a +5 sui pluricampioni in carica. 

GOAL MACHINE - Siamo a un terzo del mese di febbraio e il Bayer Leverkusen non ha ancora perso l'ombra di una partita: né in Bundesliga (17 vittorie, 4 pareggi), né in Coppa di Germania, con qualificazione in semifinale e ottime possibilità di vittoria date le eliminazioni di Bayern Monaco, Borussia Dortmund e Lipsia, né in Europa League (6 vittorie su 6). Quello che impressiona è la facilità disarmante nell'andare in rete di questa squadra, specie finché non si è infortunato Victor Boniface, attaccante nigeriano prelevato in Belgio dall'Union Saint-Gilloise e autore di 10 reti sulle 55 totali in campionato. Aggiungendone 19 in DFB Pokal e altre 19 in Europa League, il conto sale a 93 reti (novantatre reti!) in 31 partite. Media facile facile, tre ogni 90 minuti. Incredibile. 

TRIPUDIO DEGLI ESTERNI - E se l'assenza di Boniface è surrogata ora dall'ex Samp e Roma Schick, ora da Borja Iglesias, arrivato dal Betis Siviglia a gennaio, alla produzione offensiva massiccia ci pensano i due esterni, vero motore del Bayer: Alejandro Grimaldo e Jeremie Frimpong sono vicinissimi alla doppia doppia, cioè almeno 10 gol e 10 assist ciascuno. Mancano solo un paio di reti all'olandese (8-10), dato che lo spagnolo è già a quota 10-11. E anche Stanisic, terzino arrivato in prestito proprio dal Bayern Monaco, ha contribuito alla festa segnando proprio ai bavaresi il gol d'apertura della gara di ieri. 

WIRTZ ALLA DE BRUYNE - Se si parla di assist, però, il re è Florian Wirtz: classe 2003, perfettamente ristabilito dopo un gravissimo infortunio che lo aveva tenuto fuori per quasi un anno nel 2021-22, aggiunge classe pura alla formula organizzata dal tecnico basco: 8 reti e 15 passaggi vincenti per i compagni. Nessuno, nei 5 maggiori campionati europei, conta così tanti assist. Poi si può parlare della bravura dei difensori, Tah, Tapsoba, Koussounou e Hincapié per i tre posti del 3-4-3, oppure del fosforo dell'ex Arsenal Xhaka a centrocampo, ma tutto va ridotto alla splendida impostazione data da Xabi Alonso. 
 
VINCE E POI...? - Se non ci saranno nuovi scossoni, è ragionevole pensare di poter candidare questo Bayer Leverkusen alla vittoria del mini-triplete: campionato, coppa nazionale ed Europa League, da contendere tra le altre al Milan e al Liverpool, una delle tre grandi ex squadre del Xabi Alonso regista. A tal proposito, è dall'autunno che si vocifera di una clausola presente nel contratto del tecnico in grado di liberarlo ad un prezzo contenuto se una tra Liverpool, Bayern Monaco o Real Madrid lo volesse nel corso della prossima estate. I Blancos hanno rinnovato Ancelotti, mentre le altre due sono da tenere ben presenti: se Tuchel non vince nulla, i bavaresi potrebbero decidere come loro solito di rinforzarsi pescando dalle maggiori concorrenti, mentre ad Anfield sanno già che a fine stagione dovranno sostituire Klopp dopo 10 anni. E chi meglio dell'allenatore più in voga del momento? 

COME STANNO LE COSE - Che questa clausola esista o meno, è chiaro che il Bayer Leverkusen non si opporrà al desiderio di crescita professionale ed economica dello spagnolo. Interrogato a proposito dell'esistenza o meno di questo accordo, l'ad delle aspirine Fernando Carro ha spiegato: "No, ma non c'è bisogno di nessuna clausola. Abbiamo un rapporto davvero ottimo con Xabi e lui sa che siamo una società seria. Alla fine, noi non forzeremo qualcuno dei nostri a rimanere se non ce n'è l'intenzione. Noi vogliamo che sia talmente felice qua da voler rimanere, questo è il nostro obiettivo. Sulla carta non c'è nulla, ma a volte anche gli accordi che non sono scritti sono accordi. Se ce ne sarà bisogno, in futuro saremo in grado di parlare fra noi. Spero di no...". Carro sa, comunque, che certe cose sono inarrestabili. Come la pallina di Aldo nella teoria del piano inclinato in Chiedimi se sono felice. O come il Bayer Leverkusen di Xabi Alonso stagione 2023/24. 

Commenti

(10)

Scrivi il tuo commento

Titangunman
Titangunman

Xavi Alonso era un regista vecchia scuola, contrasti, recupero palla e piedi fenomenali, se non è...

Altre notizie