16
Si salva in extremis la Roma di Mourinho evitando una figuraccia d’Oriente grazie a un super Zaniolo. La squadra giallorossa, infatti, era andata sotto 3-1 nella seconda e ultima amichevole della tournée giapponese. Decisamente più in palla per un tempo i campioni nipponici dello Yokohama Marinos che hanno trovato subito la strada spianata da Svilar. Il secondo portiere romanista si è fatto passare sotto le gambe il colpo di testa di Eduardo. Poi è arrivato il raddoppio: tiro di Nishimura, palla che sbatte prima sul palo e poi sulla schiena dello stesso Svilar. Un primo tempo inguardabile per la Roma che ha visto ancora sotto la sufficienza Abraham e che ha dovuto fare i conti con l’infortunio muscolare di Tahirovic.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa l’ingresso di Zaniolo ha cambiato tutto. Il numero 22 è andato vicino al gol due volte poi ha fornito un assist d’oro per Shomurodov che ha sprecato addosso al portiere. Decisamente più cinico Nicolò che con un sinistro potente e preciso ha battuto il portiere giapponese. I giallorossi hanno sfiorato il pari ma sul ribaltamento di fronte ecco il tris dello Yokohama con un tiro imprendibile di Matsubara che si insacca all'incrocio dei pali. Boer, appena entrato, non può arrivarci. Quando tutto sembrava perduto si è riacceso Zaniolo. Dopo il 2-3 in solitaria di Ibanez, infatti, il numero 22 si è rimesso al servizio della squadra. La rete del pari è arrivata al 93’: tap in di Eldor Shomurodov che sfrutta il tiro sbilenco di Volpato e mette dentro il pallone. Negli ultimi secondi la Roma ha sfiorato il 4-3 sempre con Zaniolo che ha calciato a lato. Secondo spareggio su due partite in Giappone per Mourinho che domani farà ritorno a Roma. Dodici giorni di vacanza per tutti, poi il ritiro in Portogallo. 
Cosa va: L’ingresso di Zaniolo. Nicolò ha cambiato l’inerzia della gara con un gol e tanti buoni propositi. Bene anche il secondo tempo di Bove e Volpato. Shomurodov ha inciso decisamente più di Abraham. Il resto? Veramente poco da salvare. 

Cosa non va: Tante cose. Partiamo da Svilar, un secondo portiere che non dà garanzie e che oggi si è macchiato di una papera clamorosa. Ennesima scommessa persa di Pinto. Nuovo flop per un evanescente Abraham anche se l’attacco è sembrato davvero troppo distante dal resto della squadra. Negativa pure la prova di Celik. E ora c’è anche l’infortunio di Tahirovic.