2
Alberto Zaccheroni, ex allenatore tra le altre del Milan, rivela a Sky Sport un retroscena sul suo periodo in rossonero: "I giocatori arrivavano da due stagioni negative con Sacchi e Capello e all’improvviso si ritrovavano un allenatore come me, il quale aveva giocato pochissimo a calcio e veniva dall’Udinese. Le possibilità per fare bene erano poche, ma quella squadra aveva tanta qualità. Tuttavia, per schierare i giocatori di maggior talento bisognava convincere il gruppo a sacrificarsi in campo. Andai dai senatori, Maldini, Costacurta e Albertini, dicendo che avevo intenzione di giocare con i tre attaccanti. Io pensavo che mi mandassero a quel paese, mentre loro mi dissero: ‘Mister, se lei è convinto noi le verremo dietro’. E’ grazie a loro che quello scudetto è diventato realtà".