23.55 FOLLMANN PERDE UNA GAMBA - Uno dei tre giocatori sopravvissuti perde la gamba destra: i medici sono stati costretti ad amputare l'arto inferiore di Jakson Follmann per salvargli la vita; il portiere 24enne si trova ora in terapia intensiva e le sue condizioni sono stabili, comunicano i medici dell'ospedale colombiano  Ximena Suarez.

22.45 SAREBBERO 71 LE VITTIME - Sarebbero 71 e non 76 come indicato in un primo momento le vittime del terribile incidente aereo che ha coinvolto il Chapecoense.

18.40 SALVEZZA E PRESTITI DAL BRASILE - Le squadre partecipanti al campionato brasiliano hanno diffuso una nota ufficiale sul terribile incidente del Chapecoense: "Essendo consci dei danni irreparabili causati da questo terribile evento, i club capiscono che questo è il momento dell'unità, del supporto e dell'assistenza al Chapecoense. In questo senso, le società hanno stabilito queste misure di solidarietà per il Chapecoense: prestito gratuito dei giocatori per la stagione 2017 e formale richiesta alla federcalcio brasiliana per fare in modo che il Chapecoense non possa retrocedere in Serie B del campionato per le prossime tre stagioni. Se il Chapecoense dovesse finire il campionato tra le ultime quattro in classifica, a retrocedere sarebbe la 16ª classificata".

IL VIDEO DEI GUERRIERI - Sul profilo facebook del club è apparso un video, che ricorda i giocatori e i membri dello staff che hanno perso la vita. I guerrieri del Chapecoense, dopo il passaggio del turno e l'accesso in finale.




16.00 Iniziativa che fa onore, da parte di quelli che dovevano essere i rivali nella finale di Copa Sudamericana di domani del Chapecoense, i colombiani dell'Atletico Nacional: la squadra di Medellin ha infatti chiesto alla Conmebol di assegnare la coppa al Chape, decisione confermata informalmente e avvallata dalla dirigenza e dall'intera rosa della squadra. La squadra colombiana stava inseguendo una clamorosa doppietta in questo 2016, dopo essersi laureata campione della Libertadores: poteva infatti vincere entrambe le coppe in una stagione. Ma, di fronte ad una tragedia del genere, lo sport passa in secondo piano.

15.05 Il figlio dell'allenatore, Matheus Saroli, è scampato all’incidente per aver dimenticato a casa il proprio passaporto e ha tranquillizzato tutti su Facebook: "Io, mia madre e mio fratello stiamo bene. Abbiamo bisogno di forza, vi chiedo di darci un po 'di privacy, soprattutto per mia madre. e ringrazio tutti coloro che hanno chiamato e inviato messaggi. Ero a São Paulo oggi, Non ho viaggiato perche ho dimenticato il mio passaporto. Facciamoci forza, grazie a tutti”.

15.00 Su Twitter sono presenti anche gli ultimi struggenti video della squadra brasiliana, all'imbarco dell'areoporto e sull'aereo, quest'ultimo pubblicato da Felipe Machado, calciatore deceduto nell'incidente e con un passato in Italia, nella Salernitana. Eccoli: 



14.55 Ecco il video dei tifosi del Chapecoense, che si sono radunati per una veglia funebre in onore dei componenti della squadra deceduti nell'incidente aereo. 13.30 Ecco le parole di cordoglio da parte del presidente della Fifa, Gianni Infantino: "Questo è un giorno molto, molto triste per il football. Addolorati di aver appreso la notizia di questo schianto in Colombia, è una notizia tragica. La Fifa vuole esprimere le sue condolianze ai fan del Chapecoense, la comunità del calcio"

12.10 C'è un sesto sopravvissuto nel terribile incidente aereo che ha coinvolto la formazione brasiliana della Chapecoense. Si tratta del difensore Helio Samper Nieto che sarà trasportato all'ospedale San Juan de Dios.  Il centrale di aggiunge ai giocatori sopravvissuti Marcos Danilo Padilha, Jacson Ragnar Follmann e  Alan Luciano Ruschel, mentre gli altri due sopravvissuti si chiamano Rafael Correa Gobbato e Ximena Suarez e facevano parte dello staff dell'aereo.

12.02 - La squadra della Chapecoense non avrebbe dovuto viaggiare su quell'aereo. L'idea del club era di prendere un volo charter per giocare domani l'andata contro l'Atletico Nacional de Medellin, ma l'aviazione brasiliana ha negato l'autorizzazione al club costringendolo a prendere il volo commerciale.

10.10 - Arrivano continui e purtroppo drammatici aggiornamenti dalla Colombia. Fonti della polizia riportano nuove cifre a proposito delle vittime, che sarebbero 76 di cui 25 già identificate. Tra i superstiti, 5 sono sicuri e fra questi ci sono i calciatori Alan Ruschel, Danilo, Jackson Follman e il massaggiatore della squadra. Tutti quanti si trovano nell'ospedale di Rionegro. Al momento, a causa dell'oscurità e delle avverse condizioni meteo, le ricerche sarebbero state sospese. Si apprende inoltre che la squadra del Chapecoense avrebbe dovuto essere a bordo di un altro aereo ma, a causa del no dell'Aviazione Civile all'utilizzo di un charter, la delegazione è poi salita a bordo dell'aereo precipitato la notte scorsa.


09.45 - Arrivano dalla Colombia, dalla cittadina di La Ceja (nei pressi di Medellìn), le prime parole ufficiali sulla sciagura aerea che ha colpito la squadra brasiliana del Chapecoense. Ecco quanto ha dichiarato il sindaco: "Ho appena finito di parlare con i pompieri che stanno intervenendo sul luogo dell'incidente e mi riferiscono che ci sono tra le 25 e le 27 vittime, mentre al momento i sopravvissuti sono 10-11".

Nel frattempo, il canale di informazione MiOriente ha diffuso le prime immagini e anche un video sui primi soccorsi successivi al disastro aereo.

 
08.20 - Dalla gioia per la finale di Copa Sudamericana, conquistata dopo aver eliminato gli argentini del San Lorenzo, al dramma. Nella notte italiana, l'aereo che stava trasportando la squadra brasiliana del Chapecoense in Colombia per la finale di coppa contro l'Atletico Nacional è precipitato, dopo che i radar ne avevano perso le tracce. Secondo quanto riferito dai media locali, il volo aveva a bordo 72 passeggeri, oltre ai 9 membri dell'equipaggio e avrebbe dovuto atterrare a Medellin alle 3.33 ora italiana ma, poco prima dell'arrivo, la torre di controllo ha perso qualsiasi contatto con gli occupanti.

Ci sarebbero almeno 6 sopravvissuti, stando alle dichiarazioni rese a Radio RCN dal capo dell'Aeronautica Nazionale colombiana, ma la speranza è di trovarne altri tra i relitti dell'aereo. Questo è invece il comunicato diffuso sull'accaduto dall'aereporto "Josè Maria Cordova": "Alle ore 22 un aereo con la matricola CP2933 proveniente da Santa Cruz de la Sierra in Bolivia ha dichiarato l'emergenza tra i comuni di la Ceja e Union. L'aereo, secondo quanto riportato dalla Torre di Controllo dell'Areonautica Civile, avrebbe dichiarato un guasto elettrico. Il Comitato di Emergenza si è messo immeditamente in azione e la Polizia si è recata sul luogo dell'incidente via terra nonostante le condizioni di scarsa visibilità, la Forza Aerea Colombiana invece ha dovuto cancellare la sua missione a causa delle condizioni avverse".