120
Il futuro del centrocampista della Lazio Sergej Milinkovic-Savic continua ad essere argomento di dibattito, anche a mercato concluso. Nonostante il club biancoceleste sia riuscito a rintuzzare gli interessi di Juventus e Milan e i sondaggi di alcuni importanti club stranieri al netto della mancata qualificazione alla Champions League, a fine stagione lo scenario potrebbe cambiare. La Gazzetta dello Sport riporta le dichiarazioni in merito dell'agente del calciatore, Mateja Kezman: "In molti questa estate hanno cercato Sergej, abbiamo pure presentato alla Lazio un paio di offerte molto interessanti. Ma alla fine abbiamo accettato senza problemi la decisione della società di non cederlo. Lotito e Tare ci hanno spiegato che vogliono puntare alla Champions e che Milinkovic è un giocatore fondamentale per raggiungere questo traguardo. E questo è pure il suo obiettivo. Avrebbe potuto guadagnare molto di più altrove, in Francia gli hanno offerto 8 milioni. È rimasto perché vuole regalare la Champions alla Lazio. E poi ha solo 23 anni, con Inzaghi migliora di giorno in giorno, un altro anno in biancoceleste gli farà bene".
Kezman ha poi confermato come sia prossimo un rinnovo dell'attuale contratto, con relativo adeguamento al rialzo dell'ingaggio: "Con Lotito e Tare abbiamo un ottimo rapporto, sono due uomini passionali che vivono di e per la Lazio. Loro hanno rifiutato tutte le proposte e noi non abbiamo mai spinto per la cessione, perché lui a Roma sta bene. Adora la città ed ha un ottimo rapporto con tutti i compagni. Col club abbiamo concordato una nuova intesa che sarà firmata molto presto. Se per un portiere si pagano 70-80 milioni, Sergej non può valere meno di 100 milioni. È uno dei giocatori più forti che ci sia in Europa nel suo ruolo ed ha grandi margini di miglioramento".