Il suo arrivo a gennaio ha cambiato il centrocampo del Milan. Lucas Paquetà ha portato qualità nel palleggio, verticalità e anche una buona dose di senso tattico. Eduardo Uram, agente del centrocampista brasiliano, racconta questo primo mese  in rossonero e alcuni retroscena sul trasferimento in esclusiva per calciomercato.com.

Uram, Paquetà ha avuto un impatto molto positivo con il Milan: 8 presenze da titolare condite da un gol e due assist. Cosa le ha raccontato di questo avvio di avventura in rossonero?
'L'ho sentito davvero molto felice di come il mondo Milan lo ha accolto e devo dire che tutto è cominciato bene. Lucas sta giocando molto bene ma credo che tutta la squadra stia facendo un grande lavoro. Arrivano i risultati e la squadra esprime un ottimo gioco, siamo solo all'inizio ed è consapevole che c'è ancora tanto da fare per raggiungere gli obiettivi che il club si è posto'.

Gattuso ha detto che Lucas è incredibile per quello che sta dando alla squadra. Che rapporto si è sviluppato tra di loro e quanto è stato importante per il suo processo di ambientamento al Milan?
'Rino Gattuso gli ha dato un grande supporto fin dal primo giorno. Lucas è arrivato a Milano e ha trovato un tecnico pronto a dispensare consigli, a farlo sentire già parte integrante delle suo progetto tattico. Non ho parlato direttamente con Gattuso ma Lucas me ne parla molto bene, sia dal punto di vista umano che lavorativo. E' felice di averlo come allenatore'. Veniva da un calcio totalmente diverso come quello brasiliano ma si è adattato ad un altro molto più tattico e fisico in poco tempo. Qual è il segreto?
'Lucas, fin da bambino, ha sviluppato una mentalità vincente, molto forte. Si fida dei suoi mezzi e lavora giorno dopo giorno per migliorarsi. Si è preparato mentalmente, sapeva cosa lo aspettava al Milan. Ha guardato il calcio italiano, ne ha studiato i dettagli per farsi trovare pronto fin da subito. Sapeva che il club aveva grande fiducia in lui e desiderava farsi trovare pronto'.

Manchester City, Psg e Real Madrid: tutte le big in fila per Paquetà. Cosa vi ha convinto a scegliere il Milan?
'Gli interessamenti ormai fanno parte del passato, non ha senso parlarne ancora. Lui aveva già scelto dopo aver parlato con due grandi dirigenti come Leonardo e Maldini. Gli è stato offerto un progetto sportivo molto importante, sul quale lui avrebbe avuto un ruolo che ci ha convinti. Ha sempre visto nel Milan un club perfetto per lui, per la sua volta in Europa. Si sono mossi con rapidità e forza e hanno chiuso un affare. Siamo molto contenti della scelta fatta qualche mese fa'.

Farà parte della Seleção nelle prossime convocazioni del c.t Tite per le amichevoli di fine marzo contro Panama e Repubblica Ceca?
'Lucas ama la  Seleção brasiliana ma non possiamo sapere ora se sarà convocato. Posso dire che era stato convocato diverse volte quando era al Flamengo, non mi stupirebbe. Per lui far parte del gruppo sarebbe motivo di felicità e orgoglio'.