Un attacco in piena regola quello di Dimitri Seluk, storico agente del centrocampista ivoriano Yaya Tourè, al Manchester City e al suo manager Manuel Pellegrini attraverso le pagine del Sunday Mirror. Il giocatore africano classe '83 è sotto contratto col club inglese fino a giugno 2017 ma, mai come in questo momento, la sensazione forte è che possa lasciare l'Inghilterra per accettare l'ultima grande sfida della carriera e l'Inter del suo mentore Roberto Mancini è in trepidante attesa: "Alcune persone del City stanno cercando di incolpare Yaya per quanto accaduto in questa stagione, le stesse persone che non vogliono assumersi responsabilita per i propri errori. Parlo di dirigenti che hanno comprato giocatori per tanti soldi e poi li hanno messi in panchina. Dirigenti che hanno spesso tantissimo per Stevan Jovetic e poi lo hanno escluso dalla squadra per la Champions League. Mi spiace per Pellegrini, è un bravo allenatore ma un debole manager. Ha vinto il campionato con la squadra lasciatagli da Roberto Mancini".

Seluk non si è fermato qui e ha aggiunto: "Se il City vuole che Yaya vada via devono uscire allo scoperto e dircelo chiaramente. Due fra i più grandi club mi hanno già chiesto se è disponibile. E so che se il City decidesse di venderlo, entro 24 ore riceverei la chiamata di altre dieci squadre. Se al City sono preoccupati per i soldi, possono tenerli nel portafoglio perché so che le altre squadre lo pagherebbero esattamente quanto adesso".