194
Questa sera Juve-Milan, ma per i bianconeri la giornata inizia già con un premio: per il presidente Andrea Agnelli, nominato 'Torinese dell'anno 2018' nell'ambito dei premi 'Fedeltà al Lavoro e per il Progresso Economico' presso la Camera di Commercio di Torino.

Le parole del numero uno della Juventus: "È un onore per me - riporta Ilbianconero.com - anche se non sono particolarmente aperto a ricevere tutti questi complimenti: non è una persona ma il gruppo a fare la differenza. Senza la passione e gli investimenti degli ultimi 10 anni, la Juventus sarebbe stata una delle tante eccellenze di questa città, un'eccellenza con tante rughe. Sarebbe stata solo un ricordo. In 10 anni abbiamo triplicato la forza lavoro e la Juventus ha attratto quasi 400 milioni di investimenti. Oggi è invece una società leader a livello europeo, che è passata in questi anni da 250 persone occupate, fra tesserati e non tesserati, a quasi 800, con un impatto sociale/occupazionale rilevante sul nostro territorio. Siamo una realtà industriale, nell’accezione moderna del termine, che ha saputo attrarre a Torino oltre 350 milioni di investimenti, per riqualificare e cambiare il volto a una parte del territorio torinese, e siamo un marchio riconosciuto e riconoscibile in tutto il mondo. Siamo partiti da un pensiero semplice: Juventus uguale calcio. Su questo abbiamo costruito tutto il resto. Questo premio non va a una persona singola ma a un gruppo intero che ha saputo decidere in base alle priorità. Bisogna avere la caparbietà di raggiungere gli obiettivi che ci si è prefissati, senza cambiare idea strada facendo".