Commenta per primo

Continua il periodo no dell'AlbinoLeffe, che dopo il ko di Grosseto viene sconfitto in casa dal Bari per 2-0 al termine di una gara equilibrata ma condizionata dagli episodi e dalle decisioni arbitrali. Il primo tempo è vivace anche se le occasioni a referto sono davvero poche. La gara cambia al 43': Gallione ammonisce per la seconda volta in due minuti Laner e i seriani restano in dieci. Il Bari sfrutta la superiorità numerica e schiaccia l'AlbinoLeffe nella propria area. Al 60' Lebran salva su Stoian, ma il gol è nell'aria. Al 74' Caputo calcia, Offredi respinge sui piedi di Castillo che da due passi deve solo spingere in rete il pallone dell'1-0. I seriani reagiscono con orgoglio ma poca lucidità. La condanna arriva da Gallione, che all'82 nega il secondo rigore di giornata ai padroni di casa (nel primo tempo non aveva visto un netto contatto Polenta-Cocco), e da De Falco che in pieno recupero firma il definitivo 2-0.

ALBINOLEFFE

Il tecnico dell'AlbinoLeffe, Daniele Fortunato: 'Vogliamo retrocedere o salvarci sul campo. Non capisco certe situazioni: abbiamo un'espulsione a partita, a volte assurde come quelle di oggi perché la prima ammonizione a Laner non ci sta; non ci danno mai i rigori a favore. Così non va bene. Non vogliamo regali, ma vogliamo essere tutelati. Vedo cose che non mi piacciono. Oggi non voglio dire altro'.

BARI

L'attaccante del Bari, Ignacio Castillo: 'Sono contento per il gol perché era parecchio tempo che non segnavo. Dopo la rete ho pensato a tanti momenti difficili, come l'operazione, l'esclusione dalla rosa e tante altre cose. Questa è una rivincita e me la voglio godere. Ora dobbiamo cercare di risolvere i problemi che abbiamo quando giochiamo in casa e che sono evidenti. Migliorando i risultati al San Nicola potremo puntare alla zona play off dando una grande soddisfazione ai nostri tifosi, e sono certo che anche più gente verrebbe allo stadio'.