62
Mi sta venendo il dubbio che Allegri, Sarri, Spalletti non abbiano alla fine tante squadre alla porta. Non penso a una mancanza di offerte, quelle saranno certamente molte. Penso alle offerte di squadre del tipo che interessano a loro. Il calcio è cambiato in questi due anni, sono cambiate le possibilità e le pretese tecniche. E’ incomprensibile che uno come Allegri non abbia ancora trovato una giusta collocazione dopo due stagioni fuori. Di Spalletti si sono perse le tracce e anche per Sarri siamo forse al silenzio che introduce il traguardo, ma comunque al silenzio.

Ascolta "Allegri, Sarri e Spalletti, poche offerte vere..." su Spreaker.

Nel frattempo le grandi squadre si sono assestate. Il Milan è stato coperto da Pioli, Gasperini e Conte sono intoccabili; Fonseca è sempre sulla porta ma è l’unico che vince in Europa. Lotito non è presidente da questo tipo di allenatori e viceversa. E si dice che il Napoli punti a tecnici giovani come Dionisi o Italiano. Di posti liberi resta in teoria solo quello di Pirlo. Si può andare all’estero, ma i problemi sono simili. Forse stanno chiedendo troppo, pensano al vecchio calcio. Di sicuro è la prima volta che tecnici di questo livello hanno ancora la domanda del dove.