2
Il polmone verde del mondo brucia, rischiando di far scomparire assieme ad una biodiversità unica anche un quinto delle riserve d'ossigeno del pianeta.

L'impressionante serie di roghi che da settimane sta devastando l'Amazzonia è uno dei temi più discussi del momento a livello globale. Un tema che coinvolge tutti e che sta particolarmente a cuore anche a molti personaggi famosi: rock-star, attori, artisti, sportivi.

Tra coloro che uniscono la propria voce al coro che da giorni si è sollevato in ogni angolo della Terra c'è anche Davide Nicola. Attraverso la propria pagina Facebook l'ex allenatore di Udinese e Crotone lancia un appello al mondo del calcio affinché esso si faccia promotore e megafono di iniziative di sensibilizzazione verso il sempre più preoccupante problema della deforestazione: "Ho sempre considerato il campo da calcio come luogo di lavoro, sudore, impegno e soprattutto divertimento - scrive il tecnico - E mi rattrista quando in luogo dell'ettaro viene utilizzato come 'unità di misura' per meglio rappresentare l'entità della scellerata opera di deforestazione da parte dell'uomo. Nei giorni in cui l'Amazzonia brucia, sarebbe bello se proprio il calcio e lo sport, assieme alle belle iniziative già in atto, lanciassero e sostenessero un progetto internazionale, efficace e di ampio respiro a favore dell'ambiente: riforestazione, stop al consumo di territorio, utilizzo responsabile delle risorse".

"La forma del pallone - conclude Nicola - è la stessa del nostro pianeta. Il verde del campo è il colore della natura: potremmo partire da qui".