44
L'allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti è intervenuto ai microfoni di Radio Anch'io Lo Sport su Radio Rai per commentare l'inizio di stagione della sua squadra, le scelte fatte in estate e gli obiettivi futuri.

ICARDI E LLORENTE - "Io Icardi non l'ho mai allenato, ma Llorente è un attaccante completo. Grazie alla sua stazza sfrutta le qualità aeree e quando ha la palla tra i piedi sa cosa fare. È arrivato con entusiasmo e voglia perché al Tottenham ha passato degli anni in sordina. Ci sta dando una grossa mano in questo momento. Noi abbiamo valutato tante opportunità e una era Icardi, poi per far sì che le cose arrivino in fondo deve esserci la volontà del giocatore e della società. Se una delle due componenti non va, la soluzione non salta fuori".

GAP JUVE - "Di questo si può parlare solo a fine stagione. Noi vogliamo essere competitivi con tutti: Inter, Juventus e le altre. Oggi non si può dire. La Roma può entrare in questa competizione per l'alta classifica? Sì perché Fonseca è un ottimo allenatore, con idee interessanti e ha dato vigore ed entusiasmo a una squadra giovane. Oggi è valorizzata da un giocatore "anziano" come Dzeko, ma è il loro momento. Basta vedere Llorente, Ronaldo, Ribery".

RAZZISMO - "Orsato ha fatto benissimo sospendendo momentaneamente la partita tra Fiorentina e Atalanta per quanto successo a Dalbert. E' un passo in avanti, altri ce ne saranno. Bisogna seguire questa linea. Oggi Infantino dice "basta" e lo diciamo anche noi. Bisogna essere un po' più duri nell'applicare norme che ci sono. Ora abbiamo anche il vantaggio che ci sono le telecamere negli stadi, bisogna intervenire".

LA SERIE A - "Nel discorso generale, se le italiane vogliono crescere va valorizzato il brand della Serie A. Vent'anni fa era il campionato più venduto all'estero e ora lì c'è la Premier. Va migliorata la qualità della Serie A e non si tratta solo dell'aspetto tecnico, vanno riempiti gli stadi e mi sembra di vedere più presenza. Se riusciamo a togliere anche gli eventi di razzismo miglioreremo ancora".

LOZANO - "​Lozano e il suo ruolo preferito? "Ribadisco che può giocare in ogni posizione dell'attacco. E' adattabile perché ha qualità particolari, è rapido e veloce. Può giocare nella posizione di Callejon, ma non con le caratteristiche di Callejon. Va adattato secondo le sue qualità".

JAMES - "Per James c'era la volontà, ma ci siamo scontrati con la resistenza del Real Madrid. E ora infatti sta giocando con i Blancos, per questo non c'è stata possibilità di prenderlo. In generale è stato un mercato oculato, sono arrivati ottimi giocatori da Di Lorenzo a Manolas, Elmas, Llorente e Lozano".