177
Come previsto e prevedibile, non c'era niente che potesse cambiare l'attuale situazione di Gonzalo Higuain. Anche l'atteso confronto con Andrea Pirlo si è consumato senza colpi di scena, come anticipato da Calciomercato.com, il nuovo allenatore ha confermato al Pipita esattamente quello che già sapeva e che la dirigenza aveva già comunicato al suo entourage, il tempo per i colpi di scena si è consumato ben prima dell'esonero di Maurizio Sarri insomma. “Abbiamo parlato, è una persona che ammiro tantissimo, ha fatto un ciclo importante qui ma abbiamo deciso che le strade si devono separare. È stato un grande giocatore, i cicli finiscono, è stato messo da parte, ci siamo guardati negli occhi e ha capito”: con queste parole Pirlo ha raccontato tutto il raccontabile del confronto con il Pipita. E ora? E ora tocca alla dirigenza bianconera riuscire a convincere Higuain ad andare via senza bloccare ulteriormente il mercato della Juve.

LE CIFRE – Si lavora sulla risoluzione del contratto, una situazione che in ogni caso alla Continassa avrebbero preferito evitare, non è escluso che fino all'ultimo possano inseguire un'alternativa sul mercato. Perché rescindere con Higuain significherebbe rassegnarsi a una minusvalenza da circa 18 milioni, che non verrà compensata in maniera adeguata dal risparmio di un ingaggio che per il momento vede il Pipita in attesa di 7,5 milioni netti relativi a quest'ultimo anno di contratto cui aggiungere l'1,5 relativo alla scorsa stagione. Economicamente, un caso totalmente a perdere per la Juve indipendentemente da quanto Higuain voglia rinunciare (margini sembrano essercene pochi per ora).
IL RETROSCENA – Sempre che non venga convinto ad accettare un'altra squadra con cessione del suo cartellino da parte della Juve, per limitare la minusvalenza. Ora che la rottura si è consumata anche pubblicamente, magari Higuain potrebbe ripensarci. Intanto nella missione di Londra ecco che Fabio Paratici era riuscito a strappare l'interesse di qualche club, che pure non sembra scaldare il cuore di Higuain: Fulham, Aston Villa, West Ham, Newcastle. Può cambiare il modo e possono dilatarsi o stringersi i tempi, di sicuro Higuain andrà via dalla Juve. E questo è già un punto di partenza per entrambi.