Commenta per primo

Alberto Aquilani è uno dei talenti più puri espressi dal calcio italiano negli ultimi anni. Centrocampista dai piedi raffinati, sa impostare il gioco con notevole senso tattico, ha uno spiccato fiuto del gol, grazie alla capacità di inserimento e al tiro potente, ed è anche utilissimo in fase di copertura. Un giocatore completo insomma, cha arricchisce il reparto dei centrali a disposizione di Del Neri.

Le sue qualità del resto sono ben note al pubblico italiano, che ha potuto apprezzarle nelle sette stagioni trascorse da Alberto alla Roma. Con la maglia giallorossa Aquilani compie tutta la trafila nelle giovanili ed esordisce in serie A il 10 maggio 2003, nella vittoria per 3-1 ottenuta dai capitolini contro il Torino. Dopo una sola stagione in prestito alla Triestina, con la quale in serie B colleziona 41 presenze e realizza 4 reti, torna alla Roma dove esplode definitivamente. La sua avventura in giallorosso è frenata da alcuni infortuni, che non gli impediscono però di imporsi come uno dei leader del centrocampo. Nella capitale colleziona 147 presenze, condite da 15 reti di pregevole fattura e da assist illuminanti.

La classe cristallina gli vale la convocazione in Nazionale, fin dalla selezione Under 15. Con l’Under 19 vince l’Europeo di categoria nel 2003, e nel 2007 partecipa all’Europeo Under 21 in Olanda, dove, nonostante l’eliminazione degli azzurrini al primo turno, mette a segno due gol e viene inserito nella squadra ideale, composta dai migliori giocatori del Torneo.  Del resto Alberto aveva esperienza da vendere, avendo già esordito con la Nazionale maggiore il 15 novembre 2006 in Italia-Turchia, terminata 1-1. Il c.t. di allora, Roberto Donadoni, lo convoca per gli Europei del 2008 e in azzurro rimane anche dopo il ritorno di Marcello Lippi, che Aquilani ripaga della fiducia, siglando a Lecce, il 15 ottobre 2008, una preziosa doppietta nella sfida valida per le qualificazioni al Mondiale 2010 vinta dall’Italia sul Montenegro per 2-1.

Nell’estate del 2009 si trasferisce al Liverpool. Il suo esordio con i Reds arriva a fine ottobre in Coppa di Lega e Alberto non tarda a farsi amare dal pubblico. In Inghilterra mette insieme 27 presenze e due gol, uno in campionato e uno in Europa League. Ora il ritorno in Italia, con l’arrivo alla Juventus e l’obiettivo di deliziare con le sue giocate i tifosi bianconeri.