È finito in manette il re delle scommesse, Calogero John Luppino (39 anni), che con la sua attività avrebbe finanziato il superlatitante Matteo Messina Denaro. Secondo gli inquirenti, le famiglie mafiose di Campobello di Mazara, Mazara del Vallo e Castelvetrano avrebbero costretto a installare nei vari locali macchinette da gioco on line, pena pesanti ritorsioni. 

I carabinieri hanno arrestato anche Salvatore Giorgi (zio Calogero) di 60 anni e Francesco Catalanotto, gestore di un centro scommesse a Campobello di Mazara. L'accusa è di associazione mafiosa ed estorsione, agli indagati sono stati sequestrati beni per 5 milioni di euro.