6
Una trasferta a dir poco rocambolesca per alcuni tifosi e giornalisti al seguito dell'Atalanta, domani sera impegnata contro lo Shakhtar Donetsk nella sesta - e decisiva - gara del Gruppo C di Champions League. Il volo partito questa mattina da Varsavia - in direzione Kharkiv - ha dovuto cambiare destinazione a causa delle avverse condizioni meteo e della scarsa visibilità per la nebbia che imperversa da diverse ore.

Atterraggio d'emergenza a Kiev, dunque, per 10 giornalisti e 34 tifosi orobici, oltre ad alcuni componenti dello staff UEFA (tra cui quello arbitrale) e lo sponsor atalantino, Radici Group. Il cambiamento di programma costringerà gli inviati a saltare la conferenza stampa odierna, mentre l'arrivo a Kharkiv sarà possibile tramite treno (5 ore) o pullman (7 ore di viaggio).

Il pilota che trasportava invece la squadra dell’Atalanta, 40 minuti prima, ha deciso di prendersi il rischio di atterrare nonostante la nebbia: il charter di tifosi e giornalisti, invece, aveva esaurito il carburante.  Dopo un confronto con la Uefa, gli arbitri hanno deciso di muoversi con un mini-bus che in sette ore li porterà a destinazione.