Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta, parla così a Sky dopo la sconfitta a Torino: "Sono comunque soddisfatto. Ci siamo avvicinati spesso in modo pericoloso, tenendo a lungo aperta la partita, ma ci è mancato il tiro in porta. Fare gol alla Juventus è difficile, ma i presupposti ci sono stati. Europa? All'inizio non era tra gli obiettivi, ma ho sempre detto di vedere dove saremmo stati a marzo. Siamo un po' attardati, non è semplice perché in Serie A combattono tutti e possono uscire diversi risultati su ogni campo. Ci serve qualche risultato importante. Ma noi andiamo avanti e ci proviamo con fiducia".

Sulle differenze tra Napoli e Juventus: "Dipende anche dal momento in cui le affronti. La Juventus contro di noi è sempre molto attenta, anche oggi ha presentato la miglior formazione possibile. Di recente col Napoli abbiamo avuto dei buoni risultati. Sono due squadre diverse. La Juventus è più difficile da attaccare. Il Napoli è più imprevedibile. Sono due grandi squadre, con caratteristiche diverse. Contro di loro però abbiamo sempre giocato bene".

Se avessero fatto qualche ritocco a gennaio sareste ancora in Europa League? "Non lo so. Sono partite secche, noi siamo andati vicini a superare il turno. Abbiamo giocato molto bene, anche in Coppa Italia. Potevano andare diversamente entrambe le competizioni. Magari però in campionato avremmo potuto ottenere qualche punto in più visto che avrei avuto più opzioni. Ma questa squadra sta dando tutto, l'ambiente è entusiasta".