Il tecnico dell'Atalanta Gian Piero Gasperini commenta a Sky Sport il pareggio con l'Empoli: "Siamo rammaricati, ma non ho nulla da rimproverare alla mia squadra. Ci è mancata la conclusione giusta e siamo stati spesso sfortunati. In attacco sembrava un assalto, può succedere una sera di non concretizzare: ci è capitato in altre partite, come con il Copenaghen. Abbiamo comunque un po' di margine sulle inseguitrici, potevamo fare un salto in avanti ma restiamo in corsa per l'Europa. Mancata ferocia nelle ripartenze e in alcune situazioni dovevamo palleggiare di più, però abbiamo calciato 17 volte nello specchio della porta... Ogni azione poteva essere da gol, non facciamoci condizionare dal riultato. Ci è mancata quella che è stata la nostra forza durante tutto il campionato. Ma ripeto: può succedere. Due punti persi da Milan e Roma? Concedetemi che è appena finita la partita, ho messo un bel mascherone in faccia (ride, ndr). È difficile per tutti vincere le partite, anche quelle dietro stanno dando il massimo in ogni partita. Il campionato è bellissimo. Napoli e tre giorni dopo semifinale di Coppa Italia? Giocheremo tutte al meglio contro chiunque, non possiamo fare calcoli: scenderà in campo la miglior formazione possibile in entrambe le occasioni".