Commenta per primo

Lazio-Atalanta 3-3

Gollini 7: Spettatore non pagante del primo tempo, si gode i suoi che furoreggiano, poi si allunga ed evita il clamoroso pareggio della Lazio con una parata da antologia su Luis Alberto. 

Toloi 6,5: Attento, autoritario, una partita di routine per lui: attento, deciso, fa bene quasi sempre, si batte. Quando la Lazio tira fuori

Palomino 5,5: Si limita ad ordinaria amministrazione, e gli basta per controllare il match. Nel secondo tempo rimette in gara la Lazio con un tocco su Immobile totalmente inutile, viziando la sua pagella e rendendo la partita meno scontata. 

Masiello 5,5: Va spesso in anticipo, è lucido, si muove benissimo nel primo tempo. Su Correa va in grossa difficoltà nella ripresa, si fa saltare troppo facilmente e propizia la possibile remuntada Lazio. Gasperini lo vede in crisi e lo toglie. 
(Dal 27' st Kjaer 6: Entra in un momento complesso, regala un po' di tranquillità ai suoi, quando comincia a mancare). 

Hateboer 6: Che partita con Gosens, spinta, forza, ci sono sempre. Nella ripresa, quando la Lazio esce fuori, prova ad aiutarla tenendo su la squadra. Finisce in apnea. 

Pasalic 7,5: Nel primo tempo per un soffio non arriva all'appuntamento con il gol, ma che tecnica pazzesca: il suo colpo di tacco innesca il vantaggio della Dea. Nel primo tempo mette in grossa difficoltà la Lazio con la sua posizione e la sua ludicità.
(Dal 15' st De Roon 5: Entra in un momento in cui i suoi prendono il fiato, prova a rimetterli ma regala il rigore del pareggio alla Lazio. Sfortunato).

Freuler 6: Va a duemila, con tutti i suoi compagni di centrocampo. Scherma quel poco che deve, si muove con perfetta sincronia con gli altri. Un direttore d'orchestra-ombra. Cala alla lunga. 

Gosens 6,5: Suo il pallone d'oro per Muriel, sembra un tir lanciato a tutta velocità in un'autostrada americana, mentre Marusic procede al rallentatore. Si spegne un po' nella ripresa. 

Gomez 7: Parolo non lo prende nel primo tempo praticamente mai: classe come sempre divina, dinamismo, non sbaglia quando si ritrova davanti a Strakosha. Questo giocatore francamente è proprio bello da vedere. Forse è la Ferrari tanto nominata da Lotito. Nella ripresa sembra in difficoltà fisica, e con lui l'Atalanta. 

Malinovskyi 6: Tecnica, visione di gioco, precisione nelle giocate e nella posizione: è un giocatore di talento, e si vede. Non è sempre appariscente, ma sbaglia davvero pochissimo. Altro livello, per poco nella ripresa non chiude l'incontro con un tiro che meritava miglior sorte. Cala d'intensità, e l'Atalanta ne risente. 

Muriel 7,5: Fallisce un gol nel primo tempo non da lui, ma si vede che è in palla, alla seconda occasione non sbaglia. Nemmeno alla terza  Ma è il lavoro da prima punta che è pazzesco: sgomita, si sbatte, tiene su la squadra. Finché è in campo, l'Atalanta sta stravincendo. 
(Dal 20' Ilicic 5,5: Entra quando la partita sembra chiusa, poi si riapre in 2 minuti, e cambia l'inerzia dell'incontro. Fa poco o nulla).

All. Gasperini 5,5: Sopporta l'assenza di Zapata lasciando in panchina pure Ilicic, ma non si vede la differenza. L'Atalanta gioca molto bene, costruisce, porta palla con eleganza e velocità, poi nel secondo tempo pensa di averla già in tasca e pecca di ingenuità. Avrà più di qualcosa da ridire ai suoi sulla gestione della partita, vero difetto di questa squadra: non si può pareggiare partendo da 3 gol di vantaggio.