Calciomercato.com

Atalanta, Maehle contro Gasperini: 'Decideva tutto lui e mi criticava perché Højlund...'

Atalanta, Maehle contro Gasperini: 'Decideva tutto lui e mi criticava perché Højlund...'

  • 16
 L'ex esterno danese dell'Atalanta Joakim Maehle, intervenuto in conferenza stampa dal ritiro della nazionale a Helsingør, si toglie qualche sassolino dalle scarpe parlando di mister Gasperini: "Se avevamo una doppia seduta di allenamento, nel pomeriggio diceva che dovevamo rimanere a dormire al centro la sera perché pensava che dovessimo farlo. È uno stile di gestione diverso da quello a cui ero abituato. Si potrebbe definire "gestione della paura". Avevo bisogno di una nuova sfida nella mia carriera. All’Atalanta ero uno di tanti, mentre al Wolfsburg mi sento parte del progetto e c’è più umorismo nello spogliatoio".

NO LIBERTÀ- "All’Atalanta l’allenatore decideva tutto. Non c’era libertà. Anche se vivevo in un bel posto e il tempo era bello, non avevo il tempo di godermelo perché passavamo tantissimi giorni al centro di allenamento. Stavamo insieme ininterrottamente per due o tre giorni solo per giocare una partita. È stato molto duro mentalmente. Sono stato criticato da Gasperini anche perché Rasmus Hojlund veniva in macchina con me all’allenamento, cosa che avevo concordato con la società. Dopo un po’ ci si arrabbia e ci si stanca”.

Altre notizie