Commenta per primo

L’attaccante dell’Atalanta, Luis Muriel torna a sfidare il Real Madrid a quasi tre anni dall’ultima volta (quando militava nel Siviglia, ndr). Ecco le sue sensazioni in conferenza stampa: “Cerco di essere concentrato e lavorare al meglio e di essere di aiuto ai compagni per la squadra, non cambia nulla. Cerco di lavorare al meglio con quello che ho a disposizione".

AZIONI PERSONALI- "Il mister non ci ha mai obbligato a fare una sola cosa, il gioco è l'identità forte dell'Atalanta ma noi siamo liberi di prendere decisioni e fare le nostre giocate, anche con azioni personali, non solo io ma anche il Papu, Malinovskyi, Iliciic e Zapata hanno fatto gol da azioni personali e ci servono tantissimo, ogni volta che possiamo lo faremo anche questo tipo di gol".

REAL- "Ho visto le ultime partite del Rel Madrid, credo che anche con il numero di infortuni e di giocatori indisponibili non smetta di essere una grande squadra, noi cercheremo di competere al massimo, quindi non cambia il fatto che abbia infortuni, poi ha vinto le ultime partite e noi non possiamo sottovalutate questa squadra".

ASSIST- "Ho sempre fatto tanti assist nelle mie stagioni, a Genova con la Sampdoria tantissimi, anche la prima a Udine ho superato i 5-6, giocando con l’attaccante a fianco ma con la libertà di potermi muovere e avere a disposizione l’altro attaccante, ho sempre avuto modo di fornirli. C’è sempre una possibilità".

ALLEGRIA IN CAMPO- "Per me l’allegria è una filosofia di vita, voglio contagiare i compagni da come vedo io la vita. Ci sono situazioni che mi fanno stare meno contento ma cerco di non mostrarle. Voglio continuare così".

SPALTI VUOTI- "A noi toglie tantissimo non avere il pubblico, non poter assistere a questo grande evento nel nostro stadio poi è davvero una grande delusione, questi momenti si devono condividere anche con loro che sono stati per anni a fianco di una squadra che ha lottato per anni per posti che non erano così belli e ora spiace non giocare queste gare col nostro pubblico e col loro contributo".

REAL BATTUTO- "Sto vivendo questo momento con molta allegria, cercando di godermi quello che faccio e che sto facendo, giocarci contro al Real è sempre un prestigio, il modo di affrontarlo è mettere in campo tutto facendo grandi prestazioni, noi (al Siviglia, ndr) l’avevamo battuto facendo una grande partita e dando tutto in campo. Dobbiamo giocare come sappiamo, competendo ai massimi livelli".