9
Duvan Zapata, l'uomo dell'ultimo mese, con 9 gol in 6 partite, l'uomo che si è caricato l'Atalanta sulle spalle, riportandola in zona Europa. Il colombiano, portato in Italia dal Napoli, si racconta al Corriere della Sera: "Gasperini? In me ha visto la capacità di attaccare la porta, puntarla, non giocare mai spalle alla porta. All'inizio non è stato facile: questo è un gruppo consolidato. Gomez e Ilicic hanno una qualità pazzesca. Dopo il primo allenamento mi sono detto: se non faccio gol con questi, non li faccio mai più...".

I MAESTRI - "Uno è stato Higuain al Napoli: che spettacolo i suoi movimenti. Idem Quagliarella alla Samp. Allenarsi con gente similie è un privilegio". 

SUL RAZZISMO - "Giusto sospendere le partite? Sì. Io mi immagino cos'ha passato il mio amico Koulibaly. Un segnale va dato". 

SUL TIFO - "Se tifavo Inter? Tifavo una squadra per ogni Lega. Dell'Inter mi piacevano i colori. Ma amavo soprattutto l'Arsenal di Henry. In Colombia impazziamo per la Premier. Magari un giorno ci giocherò". 

SULLA COPPA ITALIA - "Il quarto con la Juve mi gasa. Gara secca, in casa, si può fare. In campionato li abbiamo già fatti soffrire".