Calciomercato.com

Atalantamania: arriva Touré, torna Lookman. Attacco da Champions!

Atalantamania: arriva Touré, torna Lookman. Attacco da Champions!

  • Marina Belotti
  • 3
Poche squadre in Serie A possono vantare un attacco così offensivo e abbondante, senza avere rimpianti a salutare una punta di qualità es esperienza come Luis Muriel. L'Atalanta sì: nella settimana dell'ufficialità del colombiano all'Orlando City, mister Gasperini si coccola un De Ketelaere da stropicciarsi gli occhi, un nuovo Tourè e un Lookman a cui deve tirare su il morale.

NUMERI E NON SOLO- Non si tratta solo di quantità, ben otto pedine tra Pasalic, Koopmeiners, Lookman, Touré, Scamacca, De Ketelaere, Miranchuk e il baby talento Siren Diao a lottare per tre posti nel tridente. Anche di qualità: il gol dell'ex Milan CDK è stato un capolavoro di balistica, ma a sorprendere di più è stata la naturalezza e la facilità con cui ha infilato la palla in rete. La pennellata su punizione di sinistro dell'olandese poi è stata la risposta più bella al mancino dell'ex Malinovskyi. Questa è la storia dell'Atalanta, soprattutto in attacco: per un talento che parte, la dirigenza ne ha sempre individuato un altro, di livello uguale se non superiore. Per questo i vari Malinovskyi, Hojlund, Zapata, Muriel non possono diventare rimpianti a Bergamo, ma solo dolci ricordi.

TOURE'- L'acquisto più caro della storia nerazzurra,
dopo quasi un anno lontano dai campi di gioco, promette bene. Sembrava non esserci posto per lui con l'esplosione degli altri acquisti dell'estate, e invece El Bilal il posto se l'è preso. Con allenamenti di sacrificio, con il dolore di dover rinunciare alla Coppa d'Africa, con la fatica di riprendersi da due gravi infortuni e relative operazioni, con addosso il peso dell'investimento. Forza di volontà non gli manca, ma nemmeno l'istinto del gol: ha già segnato due volte nelle partitelle a Zingonia, pur senza calciare in rete, ha segnato ieri a Marassi appena entrato. Il Gasp ha detto che le sue qualità maggiori sono la velocità e l'abilità di inserimento. Con lui e Lookman, il capocannoniere di ritorno dalla Coppa d'Africa sfuggita di un soffio, è un attacco ancora più da 4° posto. L'Atalanta è padrona del suo destino. Della sua Champions.

Commenti

(3)

Scrivi il tuo commento

JAPO
JAPO

Come parco attaccanti io credo che l’Atalanta non sia seconda a nessuno in serie A. C’è un mix di...

Altre notizie