100
Un sogno sì, ma difficile. Difficilissimo. Edinson Cavani nel mirino della Juventus lo abbiamo sempre raccontato così, con le conferme di Beppe Marotta anche in pubblico sull’apprezzamento per il Matador: giù la maschera, la Juve ci sta lavorando, specialmente ai fianchi dell’entourage che cura gli interessi di Cavani prima di avviare l’operazione con il Paris Saint-Germain. Ma con l’assoluta consapevolezza di avere in prospettiva una trattativa più che complessa, non solo per l’accordo da trovare con Edinson (che ha estimatori anche in Premier e Liga) che lascia comunque ottimismo ai bianconeri, ma soprattutto per accontentare il Paris. Sì, perché il club francese ha preparato in questi giorni un rilancio importante per accontentare Cavani.

PROPOSTA MONSTRE – Nasser Al Khelaifi ha dato una risposta netta al "mal di pancia" di Cavani, che anche pubblicamente ha aperto a un possibile addio con assist alla Juve stessa. Innanzitutto, il PSG non vuole regalare l’uruguaiano: chi lo vuole, lo paga caro. Che sia chiaro a tutti, parola di Nasser. Non solo: il rilancio è stato direttamente con Cavani. Perché se Zlatan Ibrahimovic dovesse decidere di non rinnovare e quindi di lasciare Parigi, la società è pronta a proporre un nuovo contratto a Cavani, prolungato e arricchito nell’ingaggio per accontentarlo ed evitarne la fuga, spalmando sul suo stipendio parte di quanto libererebbe l’onerosissimo salario di Ibra. Siamo sui 12/13 milioni all’anno, così il Paris proverebbe a trattenere Cavani, se Zlatan salutasse: basterebbero a placare le voglie d’addio?

JUVE ATTIVA – Nonostante questa mossa che lascia alta l’attenzione sulle alternative, proprio perché Cavani è un sogno molto complesso, i più alti dirigenti bianconeri stanno mantenendo la pressione sul giocatore. Perché il progetto Juve prevederebbe un ingaggio inferiore (neanche di troppo), sì, ma un posto centrale per Cavani nel gioco di Allegri, un rilancio da titolare fisso dopo anni di ballottaggi in Francia, una vetrina in Champions League per puntare a vincere con Edinson star della squadra. Insomma, una valorizzazione totale di Cavani che può affascinare. I soldi del PSG però sono tanti, per questo la Juve ha chiesto di rimanere informata prima di capire se potrà andare a trattare con Nasser: a queste condizioni, trovare un accordo diventa ancor più difficile. Perché il sogno Cavani è così, reale ma intricato. E ancora lontano.