Piero Ausilio, ds dell'Inter, è stato intervistato da Sky Sport in occasione dell’evento di presentazione del libro "Medico del calcio" di Piero Volpi, responsabile medico dell’Inter, presso la Humanitas University di Rozzano:

SUL CARATTERE  - "Carattere? Sicuramente, ma secondo me c’è anche qualcosa di più. Con il carattere si possono fare cose buone, ma per farle importanti ci vuole la qualità e penso che l’Inter in queste ultime giornate l’ha dimostrata. Non si vince solo con la determinazione, ma ce l’abbiamo e ce la teniamo stretta, cercando di migliorare sempre“.

SU BROZOVIC, D’AMBROSIO E VRSALJKO - "Sono rimasti qui a lavorare, per Sime abbiamo avuto una buona collaborazione con la Croazia. Essere rimasto ad Appiano gli permetterà di tornare in condizione. Brozovic, sta recuperando, mentre D’Ambrosio ha un’infiammazione al ginocchio ma non è nulla di grave e contiamo che sia a disposizione di Spalletti già per il derby"

SUL DERBY - "L’Inter è consapevole del lavoro impostato, l’obiettivo della passata stagione era di rientrare in Champions e l’abbiamo fatto. Se il Milan ha consapevolezza, figuriamoci noi. Ci stiamo giocando al massimo tutte le competizioni. La squadra delle ultime settimane è la base per costruire una formazione ancora più forte. Abbiamo 6-7 nuovi giocatori, era anche normale iniziare con qualche difficoltà. Ora stiamo migliorando e mostrando la qualità della rosa, vogliamo fare sempre meglio a iniziare dal derby".

SU KEITA - "Tutti possono migliorare, non è un discorso di singoli. C’è stato il Mondiale, ci vuole tempo per ritrovare la condizione. Lui è arrivato negli ultimi giorni di mercato e non stava nemmeno benissimo. Sono convinto che si rivelerà un ottimo acquisto, perché ha qualità ed è un giocatore duttile. L’abbiamo studiata con l’allenatore perché ci può dare molto".

SUL RINNOVO DI ICARDI - "Regalo a Spalletti in caso di qualificazione in Champions? Il mister non ha bisogno di regali, abbiamo prolungato per altri 3 anni e non è escluso che si possa andare anche più in là perché stiamo bene. Per quanto riguarda Icardi, da parte nostra c’è la voglia di adeguare e rinnovare il contratto, dall’altra parte c’è collaborazione. Avendo tre anni di contratto è possibile che le cose si facciano in qualche giorno come in qualche mese".

SULLA RISPOSTA PER PAQUETA’ AL MILAN – "Siamo in fase di scouting come sempre. Se si potrà migliorare la squadra nel 2019 ci faremo trovare pronti, la proprietà è molto sensibile e disponibile in tal senso".

SU BROZOVIC - "Il rinnovo di Brozovic è quasi del tutto definito"

SU MODRIC - "Modric a gennaio è impossibile, guardiamo anche il mercato dei parametri zero e sappiamo dove cercare, ma la cosa più importante per il prossimo mercato sarà la qualità"